Skip to main content

SECURITY TECHNOLOGY ACTIVE WATCH

Article Category

Article available in the folowing languages:

Alla ricerca di sviluppi tecnologici in materia di sicurezza

È probabile che per gli esperti di sicurezza sarà più semplice rimanere aggiornati sulle ultime notizie del settore grazie al lavoro dei ricercatori europei. Hanno prodotto la tecnologia per monitorare gli sviluppi nel settore della sicurezza e trasmettere le informazioni alle persone giuste al momento giusto.

Economia digitale

Lo scopo del progetto STRAW (Security technology active watch), terminato di recente, era dare una spinta alla sicurezza civile europea promuovendo la cooperazione tra diversi gruppi, ovvero i ricercatori, i fornitori di tecnologia e gli utenti finali. Il risultato principale del progetto è la dimostrazione del concetto di uno strumento per promuovere ciò che i partner chiamano un "controllo europeo attivo per la tecnologia della sicurezza". In questo modo si monitorerebbe il settore della sicurezza e si rileverebbero gli sviluppi tecnologici, le conoscenze, l'esperienza e le parti interessate pertinenti e applicabili per poi trasmettere queste informazioni alle persone che le possono usare in quel momento. Lo strumento è supportato da un portale di controllo tecnologico, un motore di ricerca semantico e un wiki ("STRAWiki"), al quale possono accedere le persone che si sono registrate al sito web del progetto. Un altro importante risultato è un rapporto che riassume le scoperte del progetto e che indica le raccomandazioni per il futuro. Gli argomenti trattati dal rapporto includono la gestione delle crisi, la garanzia dell'ordine pubblico, la sorveglianza alle frontiere e la protezione delle infrastrutture critiche. Tra le varie cose, il rapporto sottolinea che è necessario continuare a lavorare al rafforzamento dei rapporti transfrontalieri tra operatori della sicurezza. Il rapporto suggerisce di creare una rete di sicurezza europea che potrebbe identificare e definire gli obiettivi comuni per la ricerca futura in materia di sicurezza. Secondo il rapporto questa rete dovrebbe mettere in collegamento tutti gli operatori del settore della sicurezza, incluse le autorità europee e nazionali, i principali decisori, gli istituti scientifici, il mondo accademico e l'industria della sicurezza. Considerando il futuro, il piano di sostenibilità del progetto spiana la strada a ulteriori attività congiunte.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione