Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un nuovo approccio al disturbo ossessivo compulsivo

Uno studio di ricerca sperimentale ha indagato il significato del concetto di sé e gli orientatmenti di attaccamento nelle persone con disturbo ossessivo compulsivo. I risultati offrono nuovi spunti e contribuiscono al corpo di conoscenze per avanzare gli interventi terapeutici e preventivi.

Salute

Con il supporto di finanziamenti dell'UE, il progetto OCD ("Attachment anxiety, self structures and obsessive compulsive disorder"), ha effettuato quattro studi per informare la concettualizzazione e migliorare il trattamento psicologico del disturbo ossessivo-compulsivo (OCD). L'obiettivo era l'impatto delle manipolazioni sperimentali del sistema di attaccamento sull'autostima implicita (ISE) e la voglia di agire in risposta a scenari precedentemente considerati rilevanti per l'OCD. Il primo e il secondo studio hanno utilizzato due coorti di studenti, concentrandosi sull'influenza del priming del sistema di attaccamento sull'ISE. In entrambi gli studi, le coorti sono state divise in due gruppi, a ciascuna delle quali è stata presentata una diversa condizione. Le quattro condizioni studiate erano classificate nelle seguenti categorie: condizione di attaccamento-ansia, condizione di controllo negativo, priming della condizione di sicurezza di attaccamento e condizione di controllo conoscente-priming. Le misurazioni dei livelli ISE dopo la manipolazione dell'attaccamento non ha dato risultati statisticamente significativi in entrambi gli studi. Nel terzo e nel quarto studio, le coorti sono state divise in un gruppo sperimentale e uno di controllo. Nel terzo studio, i risultati hanno mostrato che gli individui con ansia da forte attaccamento reagivano al priming subliminale dell'attaccamento di sicurezza con angoscia e voglia di agire ridotte in risposta a situazioni legate all'OCD. Il quarto studio ha indagato il priming supraliminale e i risultati hanno mostrato che non portava ad alcun cambiamento nella tentazione di agire in risposta a scenari OCD connessi. Dato l'onere dell'OCD - sia individuale che socialme - e la sua relativamente scarsa prognosi a lungo termine, è necessaria una continua ricerca per arrivare a previsioni più affidabili della risposta al trattamento e dei fattori da tenere in considerazione. Il progetto OCD rappresenta un primo passo verso una migliore comprensione del sé e dei processi di attaccamento coinvolti. La continua ricerca in questo settore contribuirà a migliorare le valutazioni dell'OCD, nonché lo sviluppo di trattamenti e interventi preventivi.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione