Skip to main content

Community-based ICT for Maternal Healthcare in Africa

Article Category

Article available in the folowing languages:

Rafforzare la fornitura di assistenza sanitaria primaria in Africa

L’innovazione tecnologica può svolgere un ruolo importante nel rafforzare la fornitura di assistenza sanitaria incentrata sulle persone. Un progetto finanziato dall’UE ha collaborato con Ministeri della salute per co-progettare e convalidare una piattaforma elettronica per migliorare la diagnosi e il trattamento dei pazienti in ambienti con risorse limitate.

Economia digitale
Salute

Attualmente l’uso della tecnologia presso i luoghi di cura nelle strutture sanitarie primarie in tutta l’Africa è limitato. I registri dei pazienti su supporto cartaceo rendono difficile la creazione di anamnesi mediche complete per i pazienti che entrano in contatto con più servizi medici. È inoltre necessario tempo per acquisire i dati dei report aggregati mensili obbligatori. Un sistema informatico sanitario elettronico Il progetto mHealth4Afrika di Orizzonte 2020, finanziato dall’UE, ha affrontato queste sfide sviluppando una piattaforma sanitaria transfrontaliera, multilingue, incentrata sul paziente. La piattaforma integra la funzionalità delle cartelle cliniche e sanitarie elettroniche, l’uso di sensori medici, strumenti di visualizzazione e supporto decisionale e automatizza il conteggio dei dati dei report aggregati obbligatori. Come spiega il prof. Paul Cunningham, coordinatore del progetto: «L’obiettivo di mHealth4Afrika era quello di rafforzare la fornitura di assistenza sanitaria primaria, in particolare l’assistenza sanitaria per madri e neonati, in ambienti con risorse limitate». Il progetto prevedeva la collaborazione diretta con i principali gruppi di parti interessate, tra cui ministeri della sanità, uffici sanitari distrettuali, responsabili delle strutture sanitarie e professionisti sanitari in ambienti urbani, rurali e profondamente rurali con risorse limitate in Etiopia, Kenya, Malawi e Sudafrica. Questa stretta collaborazione ha aiutato a identificare le esigenze delle strutture sanitarie, garantendo che la piattaforma rispondesse ai requisiti quotidiani e transfrontalieri negli ambienti di lavoro reali. mHealth4Afrika è conforme alle normative dell’OMS sull’uso delle cartelle cliniche elettroniche (EHR, Electronic Health Records) per migliorare la diagnosi e il trattamento dei pazienti. Le EHR vengono utilizzate per archiviare l’anamnesi del paziente, i test di laboratorio e i risultati dei test acquisiti dai sensori. Inoltre, la piattaforma integra strumenti analitici, di visualizzazione e di supporto alle decisioni per agevolare il monitoraggio e l’interpretazione dei risultati dei pazienti, semplificandone l’utilizzo. I vantaggi principali includono la generazione automatica di anamnesi di pazienti nonché dei dati di report aggregati mensili obbligatori, che consentono di risparmiare molto tempo e di ridurre l’errore umano. L’operatore sanitario che si occupa di un paziente può visualizzare rapidamente l’anamnesi medica del paziente, i dati raccolti da precedenti consultazioni, i risultati dei test, la visualizzazione in tempo reale delle letture dei segni vitali e i fattori di rischio. Ciò migliora sia la qualità che il continuum delle cure. Allo stesso tempo, promemoria degli appuntamenti via SMS supportano un maggiore coinvolgimento e fidelizzazione dei pazienti. La piattaforma pilota mHealth4Afrika è stata installata e utilizzata quotidianamente in 23 strutture sanitarie di intervento per acquisire sia le cartelle cliniche correnti che quelle storiche. Queste strutture servono attualmente oltre 886 000 persone in Etiopia, Kenya e Malawi. Il feedback ricevuto finora è stato molto positivo, confermando che mHealth4Afrika risulta essere una piattaforma di informazioni sulla salute completa e facile da utilizzare che supporta la gestione olistica dei dati dei pazienti. L’impatto dell’infrastruttura TIC e l’alfabetizzazione digitale nella sanità L’introduzione dell’infrastruttura TIC di base e l’offerta di formazione e supporto digitali in ambienti con risorse limitate hanno migliorato in modo significativo la qualità e la coerenza della fornitura di assistenza sanitaria primaria nelle strutture sanitarie partecipanti. Sebbene l’obiettivo iniziale del progetto fosse concentrato sulla salute materna e infantile, i servizi medici ora supportati includono screening del cancro cervicale, TBC, antiretrovirale, reparto ambulatoriale e diabete, offrendo un monitoraggio olistico dei pazienti. Inoltre, introducendo sensori medici, mHealth4Afrika mira a identificare tutti i casi che richiedono un’azione urgente, riducendo al contempo il numero di casi indicati per test nelle strutture sanitarie secondarie e terziarie. Il prof. Cunningham osserva che «vi è una considerevole richiesta di ampliare l’adozione di mHealth4Afrika in nuovi paesi, in aggiunta a Etiopia, Kenya e Malawi, un'operazione che richiede ulteriori finanziamenti per infrastrutture, formazione nel campo dell’alfabetizzazione digitale, adattamento e distribuzione».

Parole chiave

mHealth4Afrika, assistenza sanitaria, piattaforma, cartella clinica elettronica (EHR), Africa, sistema informatico

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione