Skip to main content

MAmmary chemoresistant Tumor deAth by Directed cell ORientation

Article Category

Article available in the folowing languages:

Sviluppare i farmaci antitumorali di domani

Il progetto MATADOR, finanziato dall’UE, sta sviluppando un test cellulare che potrebbe aiutare a scoprire nuovi farmaci in grado di curare il carcinoma mammario.

Salute

Con oltre 2 milioni di nuovi casi diagnosticati nel 2018, il carcinoma mammario rimane il tipo più comune di cancro nelle donne in tutto il mondo. La buona notizia è che i miglioramenti nella diagnosi, nella prognosi e nel trattamento dei tumori primari portano ora a un tasso di sopravvivenza a cinque anni del 90 %. La cattiva notizia è che il carcinoma mammario metastatico, o il cancro che si è diffuso oltre la mammella e i linfonodi vicini ad altri organi, rimane incurabile. Una recente ricerca sul carcinoma ha messo in luce il ruolo della transizione epiteliale-mesenchimale (EMT, Epithelial-to-Mesenchymal Transition). I carcinoma iniziano nelle cellule che compongono la pelle o nel tessuto che riveste gli organi. Come per altri tumori, le cellule anomale si dividono senza controllo e attraverso la diffusione metastatica, che viene innescata dall’EMT, si diffondono in altre parti del corpo. Secondo alcuni ricercatori, interferire con l’EMT potrebbe essere la chiave per curare il carcinoma mammario. È questa interferenza che interessa maggiormente il progetto MATADOR (MAmmary chemoresistant Tumor deAth by Directed cell ORientation), finanziato dall’UE. «Il progetto MATADOR è dedicato allo sviluppo di un nuovo test cellulare per lo screening dei farmaci in grado di identificare i composti che interferiscono meglio con la transizione epiteliale-mesenchimale», afferma Manuel Thery, coordinatore del progetto.

Sviluppare saggi cellulari commerciabili

Il progetto MATADOR, prova di concetto del Consiglio europeo della ricerca (CER), è un’estensione della sovvenzione di avviamento per la ricerca di frontiera SPICY ERC. In quel progetto, i ricercatori hanno sviluppato con successo un saggio per caratterizzare lo stato EMT delle cellule del carcinoma mammario. «Sulla scia di queste conoscenze, MATADOR sta sviluppando i saggi cellulari commerciabili necessari per scoprire nuovi farmaci in grado di curare i tumori mammari», spiega Thery. Un saggio cellulare è un esperimento condotto su cellule in coltura che verifica una determinata funzione cellulare, quale la vitalità, la divisione o la migrazione. Secondo Thery, una delle maggiori sfide che i ricercatori hanno affrontato nel condurre questi esperimenti è stata quella di garantire che i loro saggi cellulari fossero conformi al protocollo standard di screening dei farmaci utilizzato dall’industria farmaceutica. Ciò ha richiesto ai ricercatori di riformattare il loro saggio iniziale dai piccoli vetrini da 2x2 cm alle micropiastre a 96 pozzetti standard del settore. «La densità delle cellule doveva essere altamente omogenea, ma le dimensioni ridotte dei pozzetti tendono a far aggregare le cellule al centro e lungo i bordi, il che rende estremamente difficile la semina delle cellule», afferma Thery. «Per ovviare a questo problema, abbiamo regolato il volume e la temperatura di ogni singolo pozzetto per limitare la causa dell’aggregazione cellulare».

Un primo passo importante

Con i saggi riformattati, i ricercatori hanno quindi condotto un controllo positivo di forskolina, un composto noto per invertire l’EMT. «Il nostro test ha catturato con successo l’effetto che questo composto ha nell’ostacolare l’EMT, un importante primo passo verso lo sviluppo dei farmaci antitumorali di domani», aggiunge Thery. Il progetto sta ora esaminando attivamente una piccola libreria di farmaci approvati dalla FDA. Sulla base del successo di questo passo, i ricercatori lanceranno quindi una nuova azienda di ricerca dedicata ai test sui farmaci per le aziende farmaceutiche.

Parole chiave

MATADOR, carcinoma mammario, carcinoma mammario metastatico, carcinoma, transizione epiteliale-mesenchimale (EMT), screening farmacologico, SPICY, Consiglio europeo della ricerca (SER), saggi cellulari

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione