Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Progettazione del profilo di prodotto a favore di una qualità orientata all'utilizzatore

Per lo svolgimento delle loro attività quotidiane, oggi le aziende ricorrono all'utilizzo di prodotti software. Va da sé, quindi, che la qualità del software è determinante per il loro successo. La metodologia SPACE-Ufo è stata concepita per garantire la qualità dei prodotti informatici. I suoi principali obiettivi consistono infatti nel soddisfare le esigenze professionali degli utenti finali e nel garantire una "fitness-for-use", ovvero l'adeguatezza all'uso del software.

Economia digitale

Fino ad oggi, la qualità dei software veniva determinata in base ad un approccio orientato al processo, il quale, purtroppo, non sempre soddisfaceva le esigenze in termini di qualità dell'utente finale. Per gli utilizzatori, tuttavia, è fondamentale poter stabilire con precisione l'adeguatezza del software ad un determinato utilizzo, proprio come per i produttori di strumenti informatici è importante determinare la qualità dei propri prodotti, al fine di ottenere la fiducia dei consumatori. Durante la fase di sviluppo, i produttori devono accordare priorità alle esigenze degli utenti, al fine di accelerare i tempi di immissione dei prodotti sul mercato e ridurre il numero di modifiche da apportare alle versioni successive, tagliando così i costi. Per soddisfare tali esigenze di mercato, un consorzio di specialisti del settore industriale, provenienti da Paesi Bassi, Regno Unito, Italia e Francia, ha progettato la metodologia SPACE- Ufo (Software Product Advanced Certification and Evaluation-User Focus). Questa metodologia si basa concretamente su un concetto della qualità orientato all'utente (“fitness-for-use”) che definisce i criteri per le specifiche e la valutazione della qualità dei sistemi informatici. Questa metodologia funziona in modo molto completo. Poiché le caratteristiche proprie di ciascun utente, nonché l'attività professionale e il profilo di ogni singolo prodotto determinano la qualità dei software "user-oriented", la metodologia SPACE-Ufo interpreta questi fattori traducendoli in requisiti qualitativi del prodotto e in criteri di valutazione. I benefici offerti da questa tecnologia sono numerosi. Non solo essa permette di evidenziare le esigenze dell'utente in termini di qualità e le prassi commerciali specifiche, ma è anche fortemente focalizzata sull'attività aziendale. Inoltre, questo sistema permette di verificare i requisiti qualitativi del software secondo una formula ripetibile e può fungere da strumento per la creazione di fiducia tra i produttori e gli utilizzatori in termini di qualità del software. L'attenzione della metodologia SPACE-Ufo nei confronti delle esigenze degli utenti si estende a diverse tecniche qualitative specifiche. Essa, infatti, comprende interviste strutturate con gli utenti al fine di elaborare una descrizione sistematica dell'ambiente di un prodotto software. Il passo successivo consiste nel tracciare un "profilo qualitativo" a partire da queste descrizioni, nel quale venga data priorità ad una serie di aspetti relativi alla qualità del software. In seguito, lo sviluppatore si servirà di questo profilo per selezionare delle misure specifiche nell'ambiente di sviluppo. Sempre sulla base del profilo, è possibile elaborare infine una strategia di valutazione. In sostanza, la metodologia SPACE- Ufo funge da ponte di collegamento tra gli utenti e gli sviluppatori di software. Questo sistema permetterà agli utenti di esprimere le loro idee nel gergo tipico del settore professionale a cui appartengono e agli sviluppatori di software di tradurre queste idee in caratteristiche qualitative specifiche nel programma. Gli sviluppatori, di conseguenza, potranno utilizzare questa metodologia per distinguere i vari utenti ed esaminarne le diverse esigenze in termini di qualità. SPACE-Ufo, di conseguenza, offre vantaggi sia agli utenti che agli sviluppatori di software. Utilizzando questa metodologia, con tutte le tecniche, gli strumenti e i materiali di formazione che essa comprende, gli utenti saranno in grado di valutare la qualità del software. Ciò si tradurrà in una diminuzione dei costi e dei rischi e in un'accresciuta adeguatezza d'utilizzo. Per quanto concerne gli sviluppatori, conoscere le esigenze qualitative degli utenti permetterà loro di ridurre i costi dovuti al continuo aggiornamento delle versioni e ai lunghi tempi di introduzione sul mercato. Nel complesso, pertanto, la metodologia SPACE-Ufo offre potenziali benefici a numerosi settori commerciali.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione