Skip to main content

Psychological game theory and Bayesian rationality

Article Category

Article available in the folowing languages:

Motivazione e ragionamento nei giochi psicologici

Un'iniziativa innovativa ha cercato di approfondire lo studio e la teoria dei giochi psicologici, approfondendo le conoscenze in questo ambito e favorendo la collaborazione con la comunità scientifica del settore.

Cambiamento climatico e Ambiente

Il progetto Psychological GAMES ("Psychological game theory and Bayesian rationality"), finanziato dall'UE, ha cercato di chiarire i meccanismi di ragionamento delle persone nei giochi psicologici. L'approccio si basava sull'analisi epistemica descritta in letteratura, offerta dall'approccio tipo-spazio introdotto da Harsanyi (1967 - 1968) e dall'approccio bayesiano stato-spazio di Aumann (1976). Solo il primo include strumenti per lo sviluppo della teoria dei giochi psicologici e pertanto il progetto ha concentrato la sua attenzione sullo studio di fondamenti bayesiani per approfondire la razionalizzazione e gli equilibri che vi sono correlati, concetti fondamentali per la soluzione dei giochi strategici. Psychological GAMES ha cercato soprattutto di fornire un contributo alla teoria dei giochi psicologici estensivi, partendo dal presupposto che i giocatori aggiornano le loro credenze durante il gioco. I giochi in cui le ricompense dipendono dalla motivazione dei singoli giocatori, nonché dalle aspettative che gli altri hanno a proposito dei propri comportamenti e dalle credenze che gli altri hanno sulle aspettative di tutti gli altri si sono dimostrati uno strumento estremamente utile per lo studio delle emozioni. I sentimenti più forti, come la colpa e la reciprocità, sono considerati importanti in relazione alle gerarchie di credenze che riguardano i comportamenti dei giocatori, con un forte collegamento con la teoria epistemica dei giochi, che si occupa di conoscere i meccanismi di ragionamento dei giocatori. Gli studiosi hanno redatto un documento che promuove l'unificazione dei vari modelli epistemici applicabili ai giochi psicologici e utilizzati nello studio delle gerarchie di credenze e hanno pubblicato altri scritti e numerosi documenti di lavoro che verranno presentati in futuro. Le attività del progetto hanno contribuito a chiarire alcuni aspetti oggetto di un vasto dibattito tra i teorici dei giochi e i teorici dei giochi epistemici in particolare offrendo nuovi spunti di riflessione sulla teoria dei giochi psicologici, tanto che Psychological GAMES è ormai diventato uno studio di particolare rilievo per la comunità scientifica specializzata. Nel corso del progetto, il principale ricercatore ha fondato EpiCenter, un gruppo di ricerca dedicato allo studio della teoria epistemica dei giochi che partecipa attivamente all'organizzazione di numerosi eventi, tra cui anche una conferenza internazionale.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione