Skip to main content

Low cost technologies and traditional ingredients for the production of affordable, nutritionally correct foods improving health in population groups at risk of poverty

Article Category

Article available in the folowing languages:

Soddisfare le esigenze nutrizionali delle popolazioni a rischio di povertà

Oltre 80 milioni di europei sono attualmente a rischio di povertà (risk of poverty – ROP) e potrebbero soffrire di malattie associate a un’alimentazione carente. I ricercatori finanziati dall’UE hanno lavorato per sviluppare nuovi prodotti alimentari adeguati dal punto di vista nutrizionale, ma anche sostenibili economicamente.

Salute

Il progetto CHANCE (Low cost technologies and traditional ingredients for the production of affordable, nutritionally correct foods improving health in population groups at risk of poverty) ha cercato di soddisfare il bisogno di alimenti adeguati dal punto di vista nutrizionale ed economici. Studiando l’utilizzo di tecnologie a basso costo e ingredienti tradizionali, il suo obiettivo finale era di produrre prodotti alimentari che possono essere utilizzati per ottimizzare le diete, e quindi anche la salute, delle popolazioni ROP. Nei cinque paesi CHANCE sono state raccolte informazioni per descrivere i modelli di dieta delle popolazioni a rischio di povertà, rispetto a una popolazione più ricca (affluent population – AFF). I modelli di consumo alimentare e la media giornaliera di nutrienti assunti sono stati confrontati con le raccomandazioni per individuare le principali carenze nutrizionali. Sono state identificate alcune tendenze comuni, tra cui il fatto che il consumo di cereali, carne, uova e zucchero è maggiore nei gruppi ROP rispetto agli AFF. Inoltre, il consumo di frutta e verdura è più basso nei gruppi ROP, che tendono a mangiare anche meno prodotti lattiero-caseari e assumono una quantità notevolmente inferiore di importanti vitamine. Il team ha stabilito che, benché il livello economico non sia il fattore determinante delle carenze nutrizionali, potrebbe tuttavia essere importante per la correzione dell’alimentazione con alimenti migliorati, che dovrebbero essere il più possibile economici per avere un impatto sullo stato di nutrizione dei gruppi ROP. I dati raccolti nei gruppi ROP nei cinque paesi partecipanti hanno mostrato che gli alimenti o gruppi di alimenti più consumati erano la farina bianca, il prosciutto, il formaggio (fresco e stagionato) e i pomodori (sotto forma di polpa, concentrato, ketchup o succo). Pertanto, CHANCE ha sviluppato ingredienti a basso costo adatti per la preparazione di alimenti per i consumatori ROP, tra i quali prosciutto cotto contenente il 5 % di fegato, concentrato di pomodoro, formaggio per pizza e crusca arricchita con fibre. Il progetto ha sviluppato alcuni prototipi di cibi buoni ed economici, tra cui il pane ricco di fibre, la zuppa di bacche, la marmellata di bacche e il succo di bacche. Le prove di produzione di tutti i prototipi alimentari CHANCE negli impianti industriali esistenti hanno confermato che non era necessaria una modifica sostanziale delle strutture disponibili. Le popolazioni ROP spesso ricorrono ad alimenti a basso costo e nutrizionalmente poveri. I risultati del progetto possono aiutare a ridurre i problemi sociali legati alla povertà, offrendo a più europei il diritto di seguire una dieta più sana ed economicamente sostenibile.

Parole chiave

Rischio di povertà, alimentazione povera, prodotti alimentari, nutrizionalmente corretto, criticità nutrizionali

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione