Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Strumenti intelligenti per prevedere in modo accurato il bisogno d'acqua dell'agricoltura

L'agricoltura è uno dei maggiori utilizzatori di acqua nell'UE. Per ottimizzare il consumo e ridurre i costi, il progetto ENORASIS fornisce una rete di sensori wireless e valvole per l'acqua che raccolgono informazioni su fattori che influenzano la quantità di acqua di cui hanno bisogno le colture.

Mettendo assieme delle previsioni meteorologiche avanzate con una rete di sensori sul campo, gli agricoltori possono valutare accuratamente le esigenze di irrigazione e impedire uno spreco d'acqua inutile. Questo offre dei benefici ambientali sotto forma di preziosi risparmi idrici e di prevenzione dell'erosione del suolo, e dei risparmi economici per il settore agricolo. Infatti, l'agricoltura è uno dei più grandi utilizzatori di acqua nell'UE. Nelle zone meridionali dell'Europa, l'irrigazione consuma ogni anno circa la metà di tutta l'acqua presa da sorgenti, fiumi, laghi e fonti sotterranee. Per di più, una notevole parte di quest'acqua viene sprecata. Per questo motivo il progetto ENORASIS, finanziato dall'UE, che si dovrebbe concludere alla fine del 2014, riveste una tale importanza vitale per realizzare un'agricoltura sostenibile ed efficiente. Parecchio è già stato ottenuto. Quattro schemi pilota situati in differenti zone climatiche, isola mediterranea, Europa settentrionale, centrale e meridionale, si sono concentrati sul miglioramento dell'irrigazione per sei tipi di colture: patata, mais, mela, ciliegia, cotone e pompelmo. I risultati ottenuti da questi schemi pilota finora sono stati positivi, e verranno divulgati dopo l'estate. Il sistema ENORASIS funziona così: gli agricoltori installano una rete di sensori wireless e valvole per l'acqua nelle loro fattorie, che raccolgono informazioni su fattori che influenzano la quantità di acqua di cui hanno bisogno le colture. Questi fattori includono umidità del suolo, temperatura dell'aria, luce del sole, velocità del vento e pioggia. Anche le valvole dell'acqua sono controllate allo scopo di tener conto quanta acqua gli agricoltori hanno già dato ai loro campi. Un modello avanzato per le previsioni meteorologiche è stato quindi sviluppato, e combinato con immagini satellitari dei campi e alcune informazioni raccolte dai sensori sul campo, per creare una previsione meteorologica molto specifica e personalizzata per i successivi tre giorni. Il modello offre una tale precisione che la previsione può essere suddivisa in aree di soli due chilometri quadrati. Assieme ai dati riguardanti le colture, un dettagliato piano di irrigazione giornaliero è alla fine sviluppato, che aiuta gli agricoltori a decidere se è necessario irrigare ancora. Il progetto ENORASIS ha inoltre creato una piattaforma online facile da usare dove i dati vengono memorizzati ed è possibile avervi accesso. Gli agricoltori possono accedere a questa piattaforma mediante una varietà di dispositivi connessi, come ad esempio uno smartphone se si trovano nei campi, o un computer desktop. In questo modo, gli agricoltori possono comprendere molto meglio i loro fabbisogni idrici, e avere un maggiore controllo per indirizzare le risorse idriche dove sono più necessarie. Il processo ha anche altre implicazioni. I responsabili della gestione dell'acqua saranno in grado di prevedere e gestire le risorse idriche per l'irrigazione e soddisfare la domanda di irrigazione più efficacemente. Anche le aziende idriche possono usare i dati raccolti per prendere delle decisioni più informate su questioni quali aumentare gli investimenti in infrastrutture in un'area particolare, o se introdurre una determinazione intelligente del prezzo dell'acqua per incoraggiare un suo uso più sostenibile. Subito dopo la conclusione programmata del progetto a dicembre 2014, i partner di ENORASIS hanno intenzione di rendere tutti i risultati disponibili in commercio.

Paesi

Grecia