Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Nonostante i disordini, ASREN continua a sviluppare e-infrastrutture per la regione araba

Il dott. Talal Abu-Ghazaleh ha parlato a Bruxelles del lavoro della rete ASREN nel collegare gli istituti di ricerca arabi e del suo entusiasmo per la cooperazione con l’UE in materia di ricerca.

Parlando alla recente conferenza finale di CHAIN-REDS a Bruxelles, il dott. Abu-Ghazaleh, presidente della rete ASREN (Arab States Research and Education Network), ha aperto il suo intervento ringraziando la Commissione europea per il suo “continuo sostegno alla ricerca e allo sviluppo nella nostra regione”. Il progetto EUMEDCONNECT2, finanziato dall’UE, che ha lavorato dal 2008 al 2011, è stato un catalizzatore per la formazione e l’istituzione di ASREN, che è adesso uno dei partecipanti principali dell’attuale progetto EUMEDCONNECT3. ASREN riunisce le reti nazionali per la ricerca e l’istruzione (NREN) della regione araba e i loro partner, al fine di implementare, gestire ed espandere le e-infrastrutture pan-arabe per le comunità della ricerca e dell’istruzione. Lavora anche per migliorare la ricerca e la cooperazione scientifica mediante la fornitura di e-infrastrutture e e-servizi. Dalla sua fondazione ufficiale nel 2011, l’associazione ha partecipato a diversi progetti dell’UE, tra cui CHAIN-REDS. Questa cooperazione sta aiutando l’associazione a lavorare per raggiungere il suo obiettivo di “gettare le fondamenta per una piattaforma agevolmente accessibile”. Il dott. Abu-Ghazaleh ha commentato: “Senza il finanziamento della Commissione europea, i nostri sforzi sarebbero ancora incompleti.” ASREN sarà anche uno dei partecipanti di AFRICACONNECT2 che inizia quest’anno. Il lavoro di ASREN è particolarmente importante, secondo il dott. Abu-Ghazaleh, data l’enorme popolazione di circa 200 milioni di giovani nella regione: “Le e-infrastrutture sono un mezzo per far progredire la ricerca e l’innovazione e per dare opportunità a giovani ricercatori ecc. L’infrastruttura digitale è un elemento chiave per la crescita ed è importante per l'accesso alle conoscenze, per esempio mediante l’e-learning.” Le attività di ricerca e innovazione però non possono esistere da sole e il dott. Abu-Ghazaleh ha parlato delle sfide presenti nella regione, come la mancanza di risorse e di competenze e in particolare l’instabilità politica di cui si parla su tutti i giornali. Il dott. Abu-Ghazaleh è certo che la regione stia andando verso una nuova era: “Qualunque sia l’instabilità che abbiamo, è simile a quella che avete avuto in Europa negli anni bui. Questo è l’inizio del rinascimento – come quello che avete avuto in Europa.” Ha esortato l’UE ad “aiutarci a cavalcare l’onda e fare in modo che questo sia il Rinascimento arabo", insistendo sul fatto che ASREN è sempre riuscita a raggiungere i suoi obiettivi nonostante le difficoltà negli ultimi anni. Infatti, a novembre 2014, ASREN ha firmato un accordo con DAMAMAX, uno dei principali operatori di servizi di comunicazione e soluzioni di banda larga, per connettere ASREN alla rete GÉANT in Europa, Internet2 negli USA e altre reti regionali in tutto il mondo. Nell’ambito di questo accordo, sarà fornito un link di 155 Mbps per la ricerca e l’istruzione dall’Università Talal Abu Ghazaleh, ad Amman, al punto di presenza di ASREN, che è stato da poco creato a Londra. Andando avanti il dott. Abu-Ghazaleh immagina che l’associazione continuerà a riunire diverse parti interessate e a contribuire all’educazione della prossima generazione di leader. La sua visione consiste nel creare un'università pienamente internazionale che sarebbe partner di tutte le università accreditate del mondo e fornirebbe tutti i programmi online. L’obiettivo che si è preposto è allargare la portata dell’apprendimento e spostare più in là i confini: “Rendiamo democratica l’istruzione di alto livello mediante l’uso delle tecnologie digitali.” Per ulteriori informazioni, visitare: ASREN http://asrenorg.net/index.php CHAIN-REDS https://www.chain-project.eu/

Paesi

Emirati arabi uniti, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Cechia, Germania, Danimarca, Algeria, Estonia, Egitto, Grecia, Spagna, Finlandia, Francia, Croazia, Ungheria, Irlanda, Italia, Giordania, Libano, Lituania, Lussemburgo, Lettonia, Marocco, Malta, Paesi Bassi, Oman, Polonia, Palestina, Portogallo, Qatar, Romania, Arabia Saudita, Sudan, Svezia, Slovenia, Slovacchia, Somalia, Siria, Tunisia, Regno Unito

Articoli correlati