Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L’innovazione nei mangimi offre una produzione di carne più efficiente ed ecologica

Innovativi additivi nei mangimi possono aiutare a promuovere una produzione efficiente di maiali e polli, contribuendo al contempo a ridurre le emissioni, affermano dei ricercatori dell’UE.

Le sostanze bioattive, come ad esempio gli oli essenziali e le spezie, possiedono tutte dei possibili effetti benefici sulle funzioni intestinali. Mediante la combinazione di queste sostanze bioattive con enzimi, il progetto ECO FCE finanziato dall’UE ha sviluppato un foraggio che può avere degli effetti benefici su maiali e polli e aiutare gli allevatori a ottenere guadagni in termini di costi. Questo potrebbe produrre un impatto significativo sui bilanci degli allevamenti, poiché i mangimi rappresentano circa il 70 % dei costi della produzione animali. Gli scienziati di ECO FCE hanno scoperto che un migliore indice di conversione alimentare (FCE, feed conversion efficiency) degli animali da allevamento poteva essere ottenuto nei maiali aggiungendo degli enzimi che prendono in modo specifico di mira i galattosidi nel contenuto dei mangimi. Il team ha inoltre scoperto che il fosforo ha un effetto positivo sulla mineralizzazione delle ossa. Questi risultati sono stati presentati a un workshop dell’industria durante l’annuale conferenza EAAP (Federazione europea della scienza animale) a Varsavia, in Polonia, nel mese di agosto del 2015. Inoltre, il progetto ha mostrato che l’aggiunta nei mangimi di additivi fitogenici – promotori della crescita non antibiotici derivati da erbe e spezie – può migliorare la digeribilità delle sostanze nutrienti, riducendo allo stesso tempo la formazione di gas nocivi e a effetto serra, come l’ammoniaca e il metano. Questo potrebbe avere delle significative implicazioni a lungo termine nell’aiutare l’agricoltura a soddisfare la crescente necessità di una produzione della carne maggiormente rispettosa dell’ambiente. La produzione intensiva continuerà a giocare un ruolo chiave nel nutrire una popolazione globale in aumento, ma essa deve essere resa sostenibile. Il team del progetto ECO FCE è sicuro che vi sono ulteriori possibilità nella combinazione di enzimi dei mangimi con ingredienti vegetali attivi, poiché differenti combinazioni possono produrre differenti effetti sinergici. Sono stati quindi programmati molti altri studi relativi all’alimentazione dei maiali e dei polli usando differenti combinazioni. Particolare enfasi verrà posta sulla valutazione degli effetti dell’aggiunta di enzimi e sostanze bioattive a diete di qualità inferiore. Il progetto ha inoltre effettuato la genotipizzazione di circa 1 000 animali in ciascuna delle due specie, per aiutare a correlare i risultati e a migliorare la selezione di esemplari per la riproduzione con una migliore efficienza nell’uso dei mangimi. I risultati iniziali ottenuti da questo lavoro indicano l’esistenza di un certo numero di marcatori genetici che potrebbero essere utilizzati. Inoltre, il progetto ha effettuato una significativa ricerca nella letteratura scientifica allo scopo di creare un database elettronico ECO-FCE di informazioni su fattori dietetici, genetici e relativi all’intestino che influiscono sul FCE in maiali e polli. Come parte di questo processo di revisione della letteratura scientifica, è stata effettuata un’attività di Horizon Scanning, che ha prodotto risultati interessanti. Ad esempio, i ricercatori hanno scoperto che un derivato della Stevia ha mostrato un maggiore aumento di peso giornaliero, assorbimento del mangime ed efficienza nell’uso del mangime nei maiali, e che con l’aumentare della dose aumentavano anche i rendimenti dei maiali. Inoltre, i polli a cui veniva somministrata una dieta con Capsicum frutescens (peperoncino) mostravano prestazioni migliori e un peso corporeo finale significativamente maggiore. La relazione relativa all’attività di Horizon Scanning verrà resa disponibile sul sito web di ECO FCE. Il progetto, che è iniziato nel 2013, si dovrebbe concludere nel 2017. I risultati finali contribuiranno al miglioramento delle conoscenze dell’industria relative a come ottimizzare le strategie di alimentazione per maiali e polli, e a come ridurre al minimo l’impronta ecologica dell’agricoltura. Per ulteriori informazioni, visitare: Sito web del progetto ECO FCE

Paesi

Regno Unito

Articoli correlati