Skip to main content

Development of an innovative automated and wireless trap with warning and monitoring modules for integrated management of the Mediterranean (Ceratitis Capitata) & Olive (Dacus oleae) fruit flies

Article Category

Article available in the folowing languages:

La trappola automatica per parassiti

Due tipi di moscerini danneggiano le colture europee. Per combatterli è necessaria una trappola efficace che identifichi automaticamente i sospetti e faccia scattare gli allarmi.

Cambiamento climatico e Ambiente

Gli insetti infestanti, come la mosca dell'ulivo e la mosca mediterranea della frutta, costituiscono una minaccia per l'agricoltura europea. Il sistema di allarme standard del settore per l'invasione dei moscerini, la trappola McPhail, non è ottimale per molte ragioni e c'è quindi bisogno di migliorarlo. Questo era l'obiettivo del progetto E-FLYWATCH . Il progetto costituito da 8 membri è stato attivo per 3 anni e ha ricevuto oltre 1,1 milioni di euro in finanziamenti dell'UE. Il progetto ha lavorato per migliorare la trappola McPhail permettendole di identificare automaticamente gli insetti catturati e di collegare le informazioni relative a un sistema di informazione geografica (GIS) sul web. Un sistema del genere faciliterebbe il monitoraggio degli insetti e sarebbe allo stesso tempo più economico, semplice e affidabile rispetto agli attuali metodi di allarme. Inoltre il GIS del progetto conterrebbe le informazioni relative all'uso dei pesticidi in una data regione e aiuterebbe così i singoli produttori a limitare l'uso dei pesticidi. Il progetto ha cominciato studiando i principali approcci degli utenti finali in termini di cattura, monitoraggio, allarme, uso dei pesticidi e altre pratiche. In seguito il progetto ha deciso di determinare un metodo per il riconoscimento automatico degli insetti catturati e di valutarne l'attuabilità. Questa fase ha comportato lo sviluppo e il collaudo di algoritmi di elaborazione ottica che riconoscono le caratteristiche anatomiche degli insetti. I test sul campo hanno dimostrato un tasso di identificazione corretta di circa l'80 %. Il progetto ha inoltre testato varie tecnologie di trasmissione e incorporazione dei dati in un GIS online. Questi test hanno prodotto le specifiche per il prototipo completo di E-FLYWATCH. In seguito agli ulteriori test, i moduli di riconoscimento ottico e comunicazione sono stati nuovamente progettati ed è stato prodotto un nuovo progetto di trappola. Il secondo prototipo è stato testato sul campo in tre siti a Cipro. Il collaudo è stato fatto contemporaneamente a un workshop dimostrativo per le parti interessate che ha avuto una risposta eccellente. E-FLYWATCH ha sviluppato anche materiale di formazione, un sito web e una richiesta di brevetto. Il progetto ha presentato i suoi risultati in occasione di vari simposi e altre conferenze. Infine il progetto ha sviluppato un piano di business e marketing completo, che determinerà la fattibilità commerciale del sistema fino a due anni dopo il progetto. Il sistema E-FLYWATCH che ne risulta dovrebbe migliorare la produzione, limitare l'uso dei pesticidi e ridurre il costo del lavoro legato alla spruzzatura. Il sistema dovrebbe anche migliorare la redditività e la sostenibilità del settore.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione