Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Secondo il commissario De Palacio occorrono più frequenze per Galileo

Rivolgendosi ai delegati presenti alla conferenza mondiale delle radiocomunicazioni "WRC 2000" tenutasi ad Istanbul, la vicepresidente della Commissione europea Loyola de Palacio ha chiesto il sostegno dei partecipanti a favore del programma europeo di navigazione satellitare ...

Rivolgendosi ai delegati presenti alla conferenza mondiale delle radiocomunicazioni "WRC 2000" tenutasi ad Istanbul, la vicepresidente della Commissione europea Loyola de Palacio ha chiesto il sostegno dei partecipanti a favore del programma europeo di navigazione satellitare Galileo. Il commissario, responsabile anche dei trasporti e dell'energia, ha sottolineato che l'Unione europea è aperta alla cooperazione con tutti gli altri soggetti al fine di consentire uno sviluppo indipendente e complementare di Galileo. Il commissario ha dichiarato: "Il recente accordo tra la Conferenza europea delle amministrazioni delle poste e telecomunicazioni (CEPT) e l'Asia Pacific Telecommunity (APT) conferma l'importanza della cooperazione internazionale in questo settore". Meno di un anno fa, l'Unione europea ha deciso di sviluppare un sistema - di nuova generazione - di navigazione satellitare e di sincronizzazione di precisione, mediante un progetto europeo all'avanguardia, che dovrebbe costituire lo standard del settore per il XXI secolo. Un risultato già conseguito è EGNOS, sistema che offre un aumento degli attuali segnali GPS ed è sufficientemente preciso ed affidabile da consentire la guida all'atterraggio di aeromobili civili. La Commissione sostiene: "Questa nuova tecnologia che deve essere confermata con Galileo rivoluzionerà i nostri sistemi di trasporto, aumenterà la sicurezza, migliorerà l'efficienza, minimizzerà i costi di investimento per infrastrutture e materiali nel settore dei trasporti e contribuirà alla riorganizzazione dell'assegnazione delle frequenze". Si auspica inoltre che questo sistema riveli la sua utilità in altri settori, quali l'agricoltura, i servizi di emergenza e la sicurezza in mare. La Commissione confida che la comunità internazionale, rappresentata dai delegati alla "WRC 2000", accolga favorevolmente le offerte di cooperazione dell'UE e sostenga l'assegnazione delle frequenze a Galileo.