Skip to main content

How temperature affects co-evolutionary interactions between partners: a study on physiological underlying mechanisms

Article Category

Article available in the folowing languages:

Quando il calore riguarda la sopravvivenza della specie

Il riscaldamento globale avrà effetto sulla sopravvivenza delle specie? La ricerca è tenuta a osservare l’effetto aggiuntivo dell’interazione delle specie per rispondere alla domanda.

Cambiamento climatico e Ambiente

Molte specie sono dipendenti dalla temperatura per altre nicchie ecologiche, ad esempio la nicchia riproduttiva o alimentare. Le relazioni tra specie strettamente coevolute possono essere inoltre influenzate dalle variazioni termiche. Forse il parassitismo è l’esempio archetipico di una relazione coevoluta. Per studiare gli effetti del cambiamento della temperatura, il progetto COEVOLCLIM, finanziato dall’UE, ha osservato l’afidone delle graminacee, il Sitobion avenae, e suo parassitoide principale, l’Aphidus rhopalosiphi. Gli afidi parassiti si nutrono di cereali invernali e primaverili e la vespa parassitoide depone le uova negli afidi, dove si sviluppano. I ricercatori COEVOLCLIM hanno osservato gli effetti della temperatura durante la fase pre-deposizione delle uova, quando entrano in gioco gli effetti comportamentali. Durante la fase post-deposizione delle uova, le interazioni immunologiche influenzano la sopravvivenza di entrambi, quando il parassitoide si sta sviluppando nell’afide. La temperatura ha interrotto sia le interazioni comportamentali che quelle immunologiche, tuttavia temperature più calde hanno inciso maggiormente su tali interazioni. A temperature più calde, sulla relazione incidono le risposte fisiologiche come il tasso metabolico il tasso di attacco del parassitoide comportamentale. A temperature più basse, si verifica una riduzione dell’attività di entrambe le specie. Per le interazioni immunitarie, la resistenza dell’afide aumentava proporzionalmente alla temperatura. La ricerca ha offerto conoscenze sui possibili effetti del cambiamento climatico sulle relazioni ospite-parassitoide, che possono essere applicate ad altre specie. In particolare, ciò si applica a organismi ectotermi come insetti, serpenti, tartarughe e lumache, la cui temperatura corporea risente principalmente della temperatura ambiente. In un momento di grande cambiamento e in cui la conservazione è fondamentale, la conoscenza degli effetti dei cambiamenti climatici sulle comunità vegetali e animali è cruciale. I metodi di bio-controllo possono inoltre utilizzare le informazioni sulle relazioni di temperatura tra le specie per migliorare la regolazione dei parassiti per le colture di serra.

Parole chiave

Riscaldamento globale, sopravvivenza delle specie, interazione, afidone delle graminacee, vespa parassitoide, comportamento, interazione immunologica, ectotermia, regolazione dei parassiti

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione