European Commission logo
italiano italiano
CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

The SAfer FUEL system

Article Category

Article available in the following languages:

Progettare la prossima generazione di sistemi di alimentazione sicuri

I ricercatori finanziati dall’UE impegnati nel progetto SAFUEL hanno sviluppato, testato e convalidato un nuovo e più sicuro sistema di alimentazione del carburante concepito per soddisfare le sfide continue del trasporto aereo.

Trasporti e Mobilità icon Trasporti e Mobilità

Anche se i viaggi aerei sono oggi la forma più sicura di trasporto, la sicurezza non può mai essere data per scontata. Visto che l’industria globale del trasporto aereo continua a evolversi, è necessario uno sforzo costante per garantire i livelli di sicurezza più elevati. Ad esempio, dato che gli aeroplani utilizzano sempre di più materiali compositi e sistemi elettronici, aumenta il rischio di incendi nel sistema di alimentazione del carburante del velivolo. Allo stesso modo, dato che più aeroplani percorrono le rotte polari, aumenta anche il rischio della formazione di ghiaccio all’interno del sistema di alimentazione del carburante. Se non affrontati in modo adeguato, questi nuovi rischi potrebbero rappresentare una seria minaccia al livello di sicurezza del settore. Il progetto SAFUEL, finanziato dall’UE, intende affrontare questa minaccia mediante lo sviluppo della prossima generazione di sistemi di alimentazione del carburante sicuri. Nello specifico, il progetto sta sviluppando, testando e convalidando un nuovo e più sicuro sistema di alimentazione del carburante progettato per l’utilizzo con temperature più estreme. I prodotti finali chiave includono una nuova progettazione del sistema di alimentazione del carburante che soddisfa i vincoli degli aeroplani costruiti con compositi e maggiormente connessi elettricamente, tecnologie innovative per calibrare la circolazione del carburante, e i dati necessari per supportare le autorità nella emanazione di norme e regolamenti per voli sicuri in condizioni favorevoli alla formazione di ghiaccio. Possibilità di commercializzazione Molti degli innovativi prodotti finali che stanno venendo fuori dal progetto hanno un notevole potenziale in termini di commercializzazione. Ad esempio, anche se il dispositivo Water-in-Fuel Sensor di SAFUEL era stato in origine progettato per misurare la quantità di acqua disciolta nel carburante, esso può essere usato anche per altre applicazioni. “Questo sensore ha dimostrato di avere un valore nel monitoraggio della qualità del carburante negli aeroporti e, fuori dal settore dell’aviazione, nel monitoraggio della qualità del carburante nel settore automobilistico e delle reti di distribuzione del carburante,” dice Bruno Reynard, il coordinatore del progetto. Secondo Reynard, è probabile che lo sfruttamento commerciale nel breve e medio termine avvenga in queste applicazioni meno impegnative e non a bordo degli aeroplani. La ricerca del progetto sui fenomeni della formazione di ghiaccio ha portato a nuove e inattese opportunità di mercato. Ad esempio, il banco di prova per la formazione di ghiaccio del progetto è adesso disponibile per l’industria aeronautica e può essere usato per qualsiasi altro sistema in zone non accessibili. “Le dimensioni del potenziale mercato relativo all’utilizzo del banco di prova è difficile da stimare, ma crediamo sia compreso tra 250 000 e 500 000 euro in fatturato per l’Università tecnica di Amburgo (TUHH), un partner del progetto e il sito dove si trova il banco di prova,” aggiunge Reynard. La collaborazione è fondamentale Migliorando il rilevamento dell’acqua nei serbatoi per il carburante, aumentando la protezione contro l’infiammabilità, eliminando le fonti di accensione, convalidando la compatibilità con i sistemi avionici moderni e verificando la conformità con gli standard per i carburanti alternativi, SAFUEL sta costruendo con successo la prossima generazione di sistemi di alimentazione del carburante. Secondo Reynard, la chiave per questo successo è il modo in cui il progetto ha messo insieme oltre 10 aziende, istituti di ricerca e associazioni collegate al settore dell’aviazione, inclusi dei leader industriali quali Airbus e Zodiac Aerospace. “Questo approccio collaborativo incoraggia le aziende non solo a sviluppare nuove tecnologie, ma anche a sviluppare nuovi processi per sviluppare questa nuova tecnologia,” afferma Reynard. Per esempio, Reynard menziona un caso in cui un partner ha incontrato un ostacolo all’innovazione e un altro si è unito per fornire un nuovo punto di vista sul problema. “Questo processo ci permette di superare velocemente le difficoltà, portando allo sviluppo di successo di numerose soluzioni, quattro delle quali sono state già brevettate,” ha aggiunto.

Parole chiave

SAFUEL, aviazione, sicurezza, trasporto aereo, ricerca nel settore dell’aviazione, ricerca sulla sicurezza dell’aviazione

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione