CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Protection of European seas and borders through the intelligent use of surveillance

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 261748

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Gennaio 2011

  • Data di completamento

    30 Giugno 2015

Finanziato da:

FP7-SECURITY

  • Bilancio complessivo:

    € 43 434 221,86

  • Contributo UE

    € 27 847 579

Coordinato da:

INDRA SISTEMAS SA

Italiano IT

Migliorare la sorveglianza delle frontiere marittime

Un team dell’UE ha sviluppato il potenziamento dei sistemi di sorveglianza delle frontiere marittime. I lavori mirano a unificare le risorse nazionali europee, nel tentativo di migliorare il rilevamento automatico di modelli di imbarcazione sospetti o anomali e di offrire un rilevamento delle minacce esteso.

Economia digitale
© Thinkstock

L’Europa ha bisogno di proteggersi dalla circolazione illegale di beni e persone e ciò implica la necessità di una sorveglianza costante delle frontiere marittime. Questi sistemi, già esistenti, necessitano di una capacità aggiuntiva che include tecniche di rilevamento e di analisi automatiche. Con il supporto di finanziamenti dell’UE, il progetto PERSEUS (Protection of European seas and borders through the intelligent use of surveillance) ha sviluppato e dimostrato un sistemi di sorveglianza adeguato. Il progetto ha combinato sistemi e piattaforme nazionali esistenti, che superano le aspettative 2013 del Sistema europeo di sorveglianza delle frontiere (Eurosur). Il sistema è in grado di compiere un migliore rilevamento e identificazione di piccole imbarcazioni e aeromobili sospetti e un migliore rilevamento automatico di schemi navali anomali. Inoltre, le migliori capacità di valutazione e monitoraggio delle minacce sono in grado di fornire un quadro generale della situazione. I membri del consorzio (29 in totale) hanno delineato una serie completa di raccomandazioni e nuovi standard operativi, sostenendo una rete creata dai Centri di contatto nazionali, Frontex e l’Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA). Il supporto è fornito tramite lo scambio transnazionale di informazioni utili e disponibili, procedure e meccanismi associati, e favorendo la creazione di una piattaforma di condivisione delle informazioni comune. I ricercatori hanno dimostrato e convalidato le loro raccomandazioni attraverso una serie di esercizi, attuando missioni di controllo del traffico di stupefacenti e immigrazione clandestina, e fornendo un monitoraggio continuo. Gli sforzi del progetto garantiscono agli utenti l’accesso privilegiato ai sistemi e alle risorse di sorveglianza, ottimizzando la copertura dell’area d’interesse. Gli utenti possono quindi valutare se le raccomandazioni rispondono alle loro esigenze. È stato incluso un meccanismo di evoluzione per ampliare la base dell’utente e integrare le tecnologie emergenti durante il suo ciclo vitale. Per riuscire a raggiungere gli obiettivi del progetto, i ricercatori hanno sviluppato nuovi centri di comando e di controllo, adattandosi a sistemi e piattaforme migliorate già esistenti. Hanno analizzato oltre 40 tecnologie diverse associate alla sorveglianza marittima. I membri del team hanno redatto importanti raccomandazioni relative al quadro legale e politico della sorveglianza proposta e le relative tecnologie, creando collegamenti con altri organi del Settimo programma quadro (7° PQ), in particolare quelli associati al controllo di frontiera. Si prevede che il sistema PERSEUS integrerà e migliorerà i sistemi di controllo e di sorveglianza delle frontiere marittime europee, contribuendo all’attuazione della fase tre di Eurosur.

Parole chiave

Marittimo, controllo delle frontiere, rilevamento automatico, movimenti illegali, PERSEUS

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 261748

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Gennaio 2011

  • Data di completamento

    30 Giugno 2015

Finanziato da:

FP7-SECURITY

  • Bilancio complessivo:

    € 43 434 221,86

  • Contributo UE

    € 27 847 579

Coordinato da:

INDRA SISTEMAS SA