CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

The role of Southern Ocean Carbon cycle under CLImate change

Article Category

Article available in the following languages:

La ricerca congiunta UE-Sudafrica sul ciclo del carbonio

L’Oceano Meridionale svolge un ruolo importante nel controllo delle concentrazioni di anidride carbonica (CO2) in atmosfera, perciò un progetto finanziato dall’UE sta studiando gli effetti che determina sul ciclo globale del carbonio.

Cambiamento climatico e Ambiente icon Cambiamento climatico e Ambiente

Il progetto SOCCLI (The role of the Southern Ocean carbon cycle under climate change) si propone di facilitare gli scambi di personale e le attività di networking nel settore della ricerca sul clima. Importanti gruppi di ricerca di Europa e Sudafrica collaboreranno per analizzare congiuntamente il ruolo dell’Oceano Meridionale nel controllo delle concentrazioni di CO2 nell’atmosfera. Il team SOCCLI sosterrà inoltre la ricerca biogeochimica integrando i dati delle osservazioni sudafricane sulla pressione parziale del CO2 sulla superficie dell’Oceano Meridionale e dei flussi di CO2 tra aria e mare in set di dati mondiali. I ricercatori misureranno i cambiamenti stagionali e annuali dei vortici oceanici, per comprendere le tendenze a lungo termine dei flussi di CO2 dell’Oceano Meridionale e i feedback associati al cambiamento climatico. Valuteranno inoltre la sensibilità a lungo termine alle dimensioni e alle tempistiche del ciclo stagionale dei flussi di CO2 nell’Oceano Meridionale e il relativo impatto sul cambiamento climatico. Combinando i dati raccolti sul campo con i modelli computerizzati, gli scienziati stabiliranno il rapporto che controlla la produzione biologica e i flussi associati di ossigeno-carbonio della zona. L’Oceano Meridionale è considerato attualmente come il principale serbatoio emergente tra gli oceani mondiali della CO2 prodotta dalle attività umane. Il miglioramento della simulazione di questo serbatoio è fondamentale per giungere a previsioni affidabili basate sui modelli del sistema terra. La misurazione accurata del serbatoio di carbonio dell’Oceano Meridionale è importante per stimare in modo altrettanto preciso i gas serra e rispettare quindi gli obiettivi stabiliti per la mitigazione degli effetti sul clima. I ricercatori supportati dal progetto SOCCLI collaboreranno inoltre ad attività di oceanografia operativa in Sudafrica, per migliorare il monitoraggio ambientale marino, la gestione delle risorse anche ittiche, le previsioni meteorologiche estreme e le attività di previsione climatica e stagionale. Le informazioni raccolte saranno utili anche per le locali attività di pesca, a beneficio dei livelli occupazionali. In Europa e in Sudafrica sono in corso attività ed eventi di diffusione e di coinvolgimento diretti ai responsabili delle politiche e vasti programmi di ricerca internazionale. Grazie ad essi, gli operatori del settore disporranno delle informazioni essenziali per prendere decisioni informate sulle riduzioni delle emissioni di gas serra e sulla mitigazione del cambiamento climatico.

Parole chiave

Ciclo del carbonio, Oceano Meridionale, cambiamento climatico, biogeochimico, flussi di CO2

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione