Skip to main content

Viability verification and market launch preparations for outdoor electronic message board displays

Article Category

Article available in the folowing languages:

Cavalcare l’onda dei cartelli elettronici alimentati a energia solare

I cartelli elettronici e le bacheche per esterni (OEMB, outdoor electronic sign and message board) alimentati a energia solare sono un ottimo esempio di pubblicità verde, poiché forniscono un’alternativa convincente agli attuali cartelloni con diodi a emissione di luce che popolano le città. Sfruttando un progetto di successo finanziato dall’UE, aziende europee hanno aiutato a commercializzare questa tecnologia altamente sostenibile e a produrre un impatto duraturo sull’economia dell’UE.

Energia

Il modulo display per esterni ad ampia superficie con connessione dati wireless e pannelli solari costruito con successo durante il precedente progetto E-SIGNAGE non poteva essere commercializzato direttamente senza effettuare dettagliati studi relativi al lancio sul mercato. Tenendo presente questo, il progetto E-SIGNAGE-D (Viability verification and market launch preparations for outdoor electronic message board displays), finanziato dall’UE, ha studiato la fattibilità commerciale del modulo di visualizzazione OEMB. In generale, lo scopo era quello di ridurre il tempo di commercializzazione. Dopo aver condotto delle dettagliate indagini di mercato, i partner del progetto hanno verificato il potenziale degli OEMB alimentati a energia solare per tre applicazioni mirate: un pannello informativo per i passeggeri in tempo reale, un’etichetta elettronica per gli scaffali e un segnale variabile per il limite di velocità. I nuovi dispositivi elettronici di visualizzazione che forniscono immagini simili a quelle su carta dispongono della tecnologia GSM (Global System for Mobile Communications) per le comunicazioni wireless. In particolare, la tecnologia utilizza la carta elettronica con sfere orientabili insieme ai nanomateriali in carbonio sviluppati dai partner. La carta elettronica rende possibili degli strati attivi nel piano frontale per la segnaletica in esterni, mentre nanotubi e nanobud di carbonio vengono usati nei componenti elettronici dello strato frontale e dello strato posteriore. I nanomateriali in carbonio si sono dimostrati robusti e flessibili, con bassa resistenza elettrica ed eccezionali proprietà ottiche quali elevata trasparenza, bassa opacità, neutralità cromatica ed eccellente corrispondenza dell’indice di rifrazione. In base alle stime, ci si aspetta che il mercato dei sistemi di informazione per i passeggeri raggiunga i 18,2 miliardi di euro entro il 2019, mentre il mercato dei segnali stradali variabili per il limite di velocità vale attualmente 5,5 miliardi di euro. Queste cifre elevate riflettono l’impatto potenzialmente alto dello studio di E-SIGNAGE-D in questi segmenti di mercato e consentono ai partner del progetto di fornire innovativi dispositivi pronti all’uso che soddisfano le aspettative di clienti e utenti.

Parole chiave

Alimentato a energia solare, cartelli elettronici, bacheca, modulo display, E-SIGNAGE-D

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione