Skip to main content

Self-care Support for People with Long Term Conditions, Diabetes and Heart Disease: A Whole System Approach

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una migliore autogestione per gli anziani

I modelli europei di autogestione per supportare gli anziani tramite cambiamenti dello stile di vita e comportamentali, possono trarre vantaggio da una maggiore attivazione delle risorse e delle reti sociali. L’UE ha finanziato la ricerca per esplorare questo potenziale in Europa.

Salute

È stato calcolato che le iniziative di autocura hanno la capacità di cambiare lo stile di vita e i comportamenti relativi alla salute in modo benefico per il 70-80 % delle persone affette da disturbi a lungo termine. Ciò a sua volta riduce la dipendenza dai servizi sanitari, migliorando la sanità pubblica. Un approccio di autogestione adatto a tutti non può funzionare bene in tutta Europa a causa dei diversi sistemi sanitari e di assistenza sociale, soprattutto se non si usano adeguatamente le reti sociali e le risorse. Il progetto EU-WISE (Self-care support for people with long term conditions, diabetes and heart disease: A whole system approach) ha studiato le alternative sensibili al contesto che meglio sosterrebbero le persone socialmente svantaggiate, marginalizzate o vulnerabili. Ha analizzato aspetti quali il potenziale di sfruttare le tecnologie disponibili (ad es. eHealth), nonché le reti e risorse personali, comunitarie e istituzionali. Per raggiungere questi obiettivi, il progetto ha raccolto i dati di 90 importanti interviste informative, 175 interviste biografiche, 285 interviste con organizzazioni non governative e gruppi di volontari, e 32 focus group. Ha compiuto un’indagine su 1 861 malati di diabete, 150 membri di organizzazioni comunitarie per paese e 1 500 membri di reti. Questo ha rivelato l’impatto dei diversi sistemi sanitari e di assistenza sociale sulle persone con patologie a lungo termine e il livello di sostegno disponibile. I ricercatori hanno analizzato anche le reti esistenti di assistenza sociale e alle persone nei paesi partner europei, identificando i principali meccanismi di messa in rete e sviluppando una tipologia di dinamica di messa in rete. Nei risultati sono anche state integrate analisi degli interventi di telemedicina e dei meccanismi coinvolti affinché il supporto in rete funzioni per le persone. Una delle principali attività si è concentrata sullo sviluppo e la verifica di un intervento di assistenza all’autogestione, considerando i punti di forza e debolezza nonché l’adeguatezza degli interventi esistenti. Dopo aver valutato gli interventi esistenti, EU-WISE ha sviluppato e attuato il nuovo intervento EU-GENIE in sei paesi partner, che è stato ben accettato dai partecipanti. EU-GENIE si rivolge alle persone con diabete e malattie cardiache, e può essere adattato a differenti regimi di assistenza sociale e sanitaria in tutta Europa. In generale, il progetto ha prodotto dati importanti sulle influenze a livello macroscopico relative al supporto per l’autogestione e sul ruolo delle reti personali. Ha anche studiato l’importanza delle organizzazioni di volontariato e dei gruppi comunitari, nonché il ruolo degli operatori sanitari. I risultati del progetto suggeriscono un’estensione delle politiche e degli interventi per sensibilizzare sulla struttura e l’organizzazione delle comunità personali, rafforzare le relazioni pertinenti e potenziare l’impegno sociale. EU-WISE dovrebbe fornire ai responsabili delle politiche una solida base sulla quale costruire la futura politica sanitaria, supporti per l’autogestione e interventi.

Parole chiave

Anziani, autocura, assistenza sanitaria, EU-WISE, diabete, cardiopatia, EU-GENIE

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione