CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Citizenship after Orientalism

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 249379

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Aprile 2010

  • Data di completamento

    31 Marzo 2015

Finanziato da:

FP7-IDEAS-ERC

  • Bilancio complessivo:

    € 2 000 000

  • Contributo UE

    € 2 000 000

Ospitato da:

THE OPEN UNIVERSITY

Italiano IT

La cittadinanza in un mondo globale in mutamento

Un’iniziativa finanziata dall’UE ha affrontato le questioni legate alla cittadinanza al di fuori dell’Europa, per esplorare la possibilità di una concezione rinnovata e ampliata della cittadinanza europea in sé. Facendo luce su prassi riguardanti la cittadinanza al di fuori dell’Europa che altrimenti sarebbero rimaste sconosciute, il progetto ha messo in discussione il modo stesso in cui essa viene interpretata.

Tecnologie industriali
© Shutterstock

Domande, teorie e problemi incentrati sulla cittadinanza sono all’ordine del giorno di molti discorsi politici. Davanti alla sfida richiesta dall’integrazione di nuovi gruppi sociali, i moderni stati nazionali stanno sempre più frammentandosi in identità regionali e subiscono trasformazioni dettate da entità sovranazionali e internazionali. Il progetto OECUMENE (Citizenship after Orientalism) ha esplorato le soggettività politiche al di fuori dell’Europa, conducendo uno studio comparativo sulle genealogie della cittadinanza alle frontiere del nostro continente. I ricercatori hanno concentrato la loro attenzione sull’interazione tra cittadinanza, il processo che riconosce e dà applicazione alla soggettività politica, e l’orientalismo, secondo il quale l’Europa è considerata la culla delle idee universali come democrazia, secolarismo, diritti e capitalismo. Avendo adottato una metodologia di ricerca genealogica, il team ha cercato di individuare origini, interpretazioni e mutazioni delle idee e delle azioni nelle loro traiettorie storiche e culturali. La questione esaminata si trova al cuore della legittimità dell’UE, perciò lo studio delle origini delle idee riguardanti la cittadinanza (europea) ha visto il confronto degli sviluppi giudeo-cristiani con buddismo, confucianesimo, islam e induismo e ha evidenziato la necessità di giungere a una sua riformulazione. Il team OECUMENE ha quindi adottato un approccio di analisi critica all’argomento che spiega il successo del capitalismo europeo in termini di differenze di strutture sociali che nelle società orientali avrebbero impedito l’emergere dei cittadini. I ricercatori hanno quindi esaminato i modi in cui gli individui agiscono come cittadini del/nel mondo, evidenziando come l’idea di un soggetto portatore di diritti non sia un’invenzione esclusiva dell’Europa. Confrontando le storie di cittadinanza coloniali, imperialiste e orientaliste, il progetto OECUMENE ha contribuito a riscrivere la cittadinanza europea con una ricerca genuinamente comparativa.

Parole chiave

Cittadinanza, stato nazione, orientalismo, imperialismo, capitalismo, genealogia, colonialismo, diritti

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 249379

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Aprile 2010

  • Data di completamento

    31 Marzo 2015

Finanziato da:

FP7-IDEAS-ERC

  • Bilancio complessivo:

    € 2 000 000

  • Contributo UE

    € 2 000 000

Ospitato da:

THE OPEN UNIVERSITY