Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

La Commissione finanzia un progetto volto a colmare il divario fra le regioni europee in materia di commercio elettronico

Il crescente divario in materia di utilizzo del commercio elettronico fra le zone più sviluppate e quelle meno avanzate dell'Europa è al centro del progetto e-MINDER, un'iniziativa da 4,35 milioni di euro, in parte finanziati dalla Commissione. Il progetto e-MINDER prenderà i...

Il crescente divario in materia di utilizzo del commercio elettronico fra le zone più sviluppate e quelle meno avanzate dell'Europa è al centro del progetto e-MINDER, un'iniziativa da 4,35 milioni di euro, in parte finanziati dalla Commissione. Il progetto e-MINDER prenderà in esame le regioni di Cipro, la Galizia (Spagna) e la Pomerania (Polonia), nella speranza di consentire alle PMI (piccole e medie imprese) di queste zone di sviluppare le loro capacità di e-commerce e, in seguito, di rilanciare le rispettive economie regionali. Per coordinare efficacemente tali attività, uno dei principali aspetti del progetto riguarda la creazione di "leveraging centres" in ciascuna delle regioni, ovvero strutture indipendenti di monitoraggio e assistenza per quanto concerne l'attuazione delle attività di e-commerce in tre ambiti principali: - miglioramento delle politiche d'innovazione mediante la promozione delle migliori prassi che si sono rivelate efficaci in altre regioni europee; - promozione dello sviluppo di nuovi canali di vendita da parte delle imprese per rendere queste ultime più competitive; - sensibilizzazione nei confronti del commercio elettronico attraverso attività indirizzate alle PMI (basate su moduli didattici) e all'istruzione secondaria, per rivolgersi agli imprenditori di oggi e di domani. Il seguente ed ultimo punto viene considerato fondamentale per la riuscita del progetto: le iniziative devono essere mirate sia ai privati che alle imprese. Attraverso questo duplice approccio, gli organizzatori sperano di sensibilizzare la regione nel suo complesso in merito all'e-commerce e far sì che tali aree meno avanzate possano cominciare a partecipare all'economia basata sulla conoscenza. Fra i partecipanti al progetto figurano università, istituti di tecnologia e società, i quali, oltre ad apportare finanziamenti, contribuiranno all'iniziativa mettendo a disposizione le loro particolari competenze nell'ambito dei "leveraging centres". Il progetto avrà una durata di due anni e si concluderà nel settembre del 2003.

Articoli correlati