Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Sarà inaugurata nel gennaio 2004 l'Agenzia per la sicurezza delle reti e dell'informazione

Il 20 novembre, il Consiglio "Telecomunicazioni" e il Parlamento europeo sono giunti ad un accordo sull'istituzione dell'Agenzia per la sicurezza delle reti e dell'informazione (ENISA). L'ENISA sarà operativa nel gennaio 2004, ovvero meno di un anno dopo la prima proposta de...

Il 20 novembre, il Consiglio "Telecomunicazioni" e il Parlamento europeo sono giunti ad un accordo sull'istituzione dell'Agenzia per la sicurezza delle reti e dell'informazione (ENISA). L'ENISA sarà operativa nel gennaio 2004, ovvero meno di un anno dopo la prima proposta della Commissione europea relativa all'istituzione dell'agenzia, e disporrà di un bilancio di 24 milioni di euro per un periodo di cinque anni. L'agenzia ha l'obiettivo di aiutare la Commissione e gli Stati membri a cooperare più efficacemente per affrontare i problemi legati alla sicurezza delle reti e delle informazioni come i crash informatici, l'interruzione delle reti delle tecnologie dell'informazione (TI), i virus e l'intercettazione non autorizzata delle comunicazioni. Il commissario europeo per le Imprese e la Società dell'informazione Erkki Liikanen ha accolto favorevolmente l'accordo interistituzionale: "Sono molto lieto che il Parlamento e gli Stati membri abbiano compreso l'urgenza di istituire quest'agenzia, raggiungendo, già in prima lettura, un accordo sulla proposta. Tutte le parti interessate alle questioni di sicurezza delle reti e dell'informazione si sono pronunciate a favore di una più stretta collaborazione e l'ENISA fornisce l'infrastruttura adatta". Il Consiglio ha raggiunto un accordo per l'istituzione dell'agenzia, in seguito al voto del Parlamento europeo, il 19 novembre, su una proposta di compromesso preparata dalle due istituzioni. Nonostante la Commissione avesse inizialmente proposto che l'ENISA fosse incaricata di svolgere funzioni di coordinamento e di normalizzazione, come la promozione delle norme di sicurezza e dei programmi di certificazione, il Consiglio e il Parlamento hanno concordato di limitare il ruolo dell'agenzia a quello di un organismo di consulenza per gli Stati membri e la Commissione. L'ENISA, inoltre, avrà il compito di facilitare maggiormente la cooperazione e lo scambio di informazioni tra i paesi membri dell'UE sulle questioni in materia di sicurezza delle reti e dell'informazione. Sebbene i problemi da affrontare in merito alla sicurezza delle reti e dell'informazione siano essenzialmente gli stessi in tutti gli Stati membri, i livelli di risposta variano da un paese all'altro. Per di più, gli Stati membri devono ancora giungere ad un accordo sul migliore approccio da adottare nell'ambito di diversi casi. L'ENISA fungerà da centro di conoscenza sulle questioni in materia di sicurezza delle reti e dell'informazione e promuoverà una risposta più coordinata al problema in tutta l'Europa. L'agenzia ha ricevuto il mandato di informare i cittadini, le imprese e le amministrazioni sui rischi che comporta l'utilizzo di Internet e dei sistemi d'informazione, offrendo consigli su come è possibile proteggersi da eventuali pericoli. L'ENISA svolgerà inoltre numerosi compiti che prevedono la valutazione e la gestione del rischio, e seguirà lo sviluppo degli sforzi di ricerca e di normalizzazione in collaborazione con l'industria. L'agenzia sarà temporaneamente situata a Bruxelles, finché i capi di Stato e di governo dell'UE non avranno deciso la sede definitiva.

Articoli correlati