Skip to main content

Industrial Design Easy Assembly Kit

Article Category

Article available in the folowing languages:

I produttori dell’UE riconquistano la loro quota di mercato grazie a un nuovo modello di business

I produttori europei di macchine da imballaggio stanno lavorando per riconquistare e incrementare la loro quota nel mercato mondiale adottando un nuovo approccio di business basato sul beneficio comune.

Tecnologie industriali

La Cina possiede circa il 23 % del mercato globale di macchinari da imballaggio. La sua competitività si basa sui prezzi bassi, che sono il risultato del basso costo della mano d’opera nel paese. Questa situazione ha ridotto la quota di mercato dell’Europa dal 45 % nel 2007 a circa il 20 % oggi, con una perdita totale del segmento di fascia bassa. Il successo cinese nella conquista del mercato delle macchine da imballaggio a basso costo fa si che adesso la sua attenzione stia cominciando a rivolgersi anche al resto di questo settore. I produttori europei rispondono lavorando attivamente per cambiare questa situazione. Un nuovo modo di operare Il progetto IDEA.k (Industrial design easy assembly kit), finanziato dall’UE, sta aiutando l’industria europea a riconquistare la sua quota del mercato di macchine da imballaggio economiche sviluppando un nuovo modello business-to-business basato sulla vendita di kit autoassemblanti ai fornitori regionali e incentrato su una soluzione di imballaggio di alta qualità. Fiorenzo Donetti, amministratore delegato di Mac Due SRL, coordinatore del progetto, dice: “Riprogettare le macchine come innovativi kit di imballaggio piatto permette alle aziende europee di competere con i produttori low-cost non-UE.” I produttori come Mac Due tradizionalmente progettavano, producevano e fornivano macchine da imballaggio per prodotti da imballaggio contrattili. Queste macchine erano fornite a una rete di fornitori ed erano necessari 90 giorni dall’ordine iniziale alla consegna finale. Inoltre, se era necessario che un tecnico svolgesse interventi di manutenzione o altri lavori, bisognava farlo venire dall’Italia, il che comportava costi addizionali. Grazie a IDEA.k il cliente riceve la macchina direttamente dal fornitore che la assembla e la consegna entro una settimana. I fornitori locali sono più indipendenti Questo approccio permette di trasferire il costo dell’assemblaggio ai fornitori, il quale è pertanto automaticamente integrato nel paese di destinazione, aggirando la questione del costo del lavoro. Il concessionario adesso può anche fare la manutenzione della macchina dopo un corso di formazione certificato in Italia con l’azienda, in questo modo ha un più ampio margine di profitto e il suo ruolo diventa quello di fornitore di servizi e manutenzione post-vendita. Donetti afferma: “L’azienda così avrà un fornitore locale in qualsiasi parte del mondo con un tecnico in grado di svolgere il lavoro, mentre i fornitori locali potranno mettere il loro marchio su una macchina che vanta la qualità di un produttore come Mac Due, che ha oltre 35 anni di esperienza in questo campo.” Inoltre, l’idea di una persona sul posto in grado di effettuare la manutenzione delle macchine può essere ampliata ad altri servizi industriali più complessi. Il kit non solo è meno costoso da produrre rispetto ai tradizionali metodi di business, è anche più leggero, il che rende più economico il trasporto e aiuta a ridurre la sua impronta del carbonio. Donetti osserva: “Adesso possiamo mettere 20 kit in un container invece di 2 macchine assemblate e il risparmio effettuato permette al produttore di mantenere un prezzo competitivo.” Un vantaggio per tutti Uno studio condotto da Mac Due ha indicato che non c’erano particolari ostacoli di proprietà intellettuale per quanto riguarda lo sfruttamento della soluzione di imballaggio di IDEA.k. Ha mostrato inoltre che anche se il lavoro di assemblaggio non specializzato avverrà al di fuori dell’UE, la produzione rimarrà in Italia, mantenendo la meritata reputazione dell’industria europea per la produzione di macchine di alta qualità. “L’ampliamento della nostra rete aiuterà le aziende europee poiché la materia prima è tagliata qui usando un processo automatizzato di taglio al laser, il che sosterrà l’economia locale,” conclude Donetti. IDEA.k offre un modello di business alternativo affidabile al settore di macchinari da imballaggio dell’UE, il cui successo prepara il terreno per nuove opportunità per tutto il settore dei macchinari. Il risultato finale è un prodotto europeo a un prezzo competitivo e di alta qualità che crea un vantaggio per i produttori, i fornitori e gli utenti finali.

Parole chiave

IDEA.k, produttori, macchina da imballaggio, modello di business, autoassemblaggio, kit di contenitori piatti

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione