Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Pubblicata relazione che indica come migliorare il trasferimento di tecnologia

Una relazione pubblicata dal Nanoforum, iniziativa finanziata dall'UE, formula una serie di raccomandazioni sul modo in cui l'Europa può potenziare il trasferimento di tecnologia derivante dai risultati della propria ricerca, non ultimo nel settore della nanotecnologia. Il d...

Una relazione pubblicata dal Nanoforum, iniziativa finanziata dall'UE, formula una serie di raccomandazioni sul modo in cui l'Europa può potenziare il trasferimento di tecnologia derivante dai risultati della propria ricerca, non ultimo nel settore della nanotecnologia. Il documento è stato redatto a seguito del workshop “Nano2Business” tenutosi presso il Politecnico di Varsavia e finalizzato a esplorare soluzioni per risolvere il paradosso europeo, secondo cui l'Europa possiede la conoscenza e svolge la ricerca necessarie, ma poi non riesce a immettere sul mercato tali conoscenze. Nella sua prima raccomandazione per il trasferimento di tecnologia, la relazione afferma che l'Europa ha la straordinaria opportunità di imparare dai migliori, instaurando collaborazioni fra importanti incubatori e reti di trasferimento di tecnologia nell'intero continente, nonché nel resto del mondo. Il testo sottolinea poi l'importanza dell'istruzione, in particolare di quella universitaria, che potrebbe trasmettere agli scienziati le competenze per la gestione aziendale. Inoltre, invita i soggetti coinvolti nella commercializzazione di nanoscienza e tecnologia a valersi di una speciale formazione dopo il conseguimento della laurea in materie scientifiche, in modo da sviluppare le capacità di gestione e comprendere le problematiche finanziarie e di mercato. “Il gruppo dirigente deve essere in grado di fungere da efficace traduttore di tecnologia, una prospettiva di carriera relativamente nuova per ingegneri e scienziati di tutte le discipline. Il compito di un traduttore di tecnologia è quello di trasformare le difficoltà e le necessità dell'industria in concetti scientifici fondamentali, e di ricavare dalla scienza e dall'ingegneria nuove competenze accademiche”, si legge nella relazione. “Il traduttore, dunque, agevola la ricerca in collaborazione fra impresa e università e converte i risultati scientifici in informazioni utilizzabili a livello commerciale”, prosegue il documento. Infine, la relazione raccomanda di migliorare l'organizzazione della scienza sostenendo i nuovi spin-off o altre forme di trasferimento di tecnologia. Invita, inoltre, a perfezionare i metodi di creazione e valutazione dei progetti di ricerca, al fine di garantire un'attività di ricerca adeguata e approfondita da parte di ampi gruppi. Il Nanoforum è una rete paneuropea in materia di nanotecnologia, finanziata dall'Unione europea a titolo del Quinto programma quadro (5PQ), intesa a fornire informazioni sulle azioni intraprese in Europa nel settore della nanotecnologia e a sostenere la comunità degli esperti europei di tale comparto.