Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

La Turchia e tre paesi dei Balcani occidentali partecipano al 7PQ

Croazia, Serbia ed ex Repubblica iugoslava di Macedonia hanno sottoscritto i protocolli d'intesa con la Commissione europea ed ora sono ammessi a partecipare al 7PQ alle medesime condizioni degli Stati membri. Un'intesa analoga è stata conclusa di recente anche tra la Turchia ...

Croazia, Serbia ed ex Repubblica iugoslava di Macedonia hanno sottoscritto i protocolli d'intesa con la Commissione europea ed ora sono ammessi a partecipare al 7PQ alle medesime condizioni degli Stati membri. Un'intesa analoga è stata conclusa di recente anche tra la Turchia e la Commissione. I paesi firmatari hanno ottenuto in tal modo lo status di «paesi associati» e pertanto potranno partecipare a tutti gli inviti a presentare proposte indetti nell'ambito del 7PQ, ivi inclusi quelli indetti dall'inizio dell'anno. L'accordo conferisce ai ricercatori di questi paesi gli stessi diritti degli Stati membri dell'UE per quanto riguarda la partecipazione alle azioni di cooperazione e sostegno alla ricerca finanziate dal 7PQ. Il commissario per la Scienza e la ricerca Janez Potocnik, che ha firmato l'accordo in nome e per conto della Commissione europea, si è detto felice di «aprire le porte dello Spazio europeo della ricerca (SER) ai paesi dei Balcani occidentali». Il commissario ha inoltre sottolineato l'importanza dell'accordo nell'ottica della domanda di adesione all'UE di questi paesi. «La cooperazione nell'ambito della ricerca con la comunità scientifica europea è uno strumento che può facilitare il processo di adesione all'Unione europea dei paesi candidati o potenziali candidati», ha affermato. Non è la prima volta che questi paesi sono stati associati al programma quadro di ricerca dell'UE: nel 2006 lo status di paese associato è stato conferito alla Croazia che ha così potuto partecipare all'ultimo anno del 6PQ. Anche il Montenegro ha richiesto di essere associato al 7PQ e la decisione verrà adottata quando si concluderanno i negoziati relativi all'accordo di stabilizzazione e di associazione. Si prevede anche una prossima partecipazione di Albania, Bosnia-Erzegovina, Israele e Svizzera.

Paesi

Croazia, Serbia, Turchia

Articoli correlati