CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

Article Category

Notizie
Contenuto archiviato il 2023-03-02

Article available in the following languages:

ESA annuncia un nuovo osservatore terrestre

L'Agenzia spaziale europea (ESA) ha dato il via libera a una nuova generazione di satelliti di osservazione della Terra nell'ambito del programma europeo «Monitoraggio globale per l'ambiente e la sicurezza» (Global Monitoring for Environment and Security - GMES). Soprannomin...

L'Agenzia spaziale europea (ESA) ha dato il via libera a una nuova generazione di satelliti di osservazione della Terra nell'ambito del programma europeo «Monitoraggio globale per l'ambiente e la sicurezza» (Global Monitoring for Environment and Security - GMES). Soprannominato Sentinel-1, il satellite sarà il primo di cinque satelliti di osservazione terrestre a monitorare i cambiamenti degli oceani, del suolo, del tempo atmosferico e del clima. Volker Liebig, direttore dei programmi di osservazione della Terra dell'ESA, ha dichiarato che Sentinel-1, in ultima analisi, apporterà benefici «al monitoraggio ambientale, allo sviluppo sostenibile e alla gestione delle risorse». «Il programma GMES rappresenta il successivo passo logico verso lo sviluppo di servizi operativi, finanziati dalla Commissione europea, volti a fornire all'Europa, in qualità di attore globale, i dati ambientali a sostegno delle decisioni politiche, con particolare attenzione alla questione del cambiamento climatico», ha aggiunto. Le missioni di Sentinel-1 saranno dedicate in modo particolare al proseguimento dei servizi esistenti che utilizzano i dati di osservazione terrestre, nonché al soddisfacimento delle esigenze degli utenti derivanti dalle applicazioni del GMES. Il satellite sarà lanciato nel 2011 e sarà dotato di un sistema radar ad apertura sintetica (SAR), utilizzato per generare immagini radar dettagliate. Grazie al radar, il satellite sarà in grado di riprendere immagini a qualsiasi ora del giorno o della notte, indipendentemente dalla luce solare. La navicella Sentinel-1 peserà circa 2 200 chilogrammi al momento del lancio e riprenderà immagini della Terra in fasce del diametro di 250 chilometri e con una risoluzione al suolo di cinque metri. I satelliti Sentinel-2 e 3, il cui lancio è previsto per il 2012, contribuiranno al monitoraggio del suolo e degli oceani, mentre Sentinel-4 e 5 saranno dedicati al rilevamento di dati meteorologici e climatologici attraverso la chimica dell'atmosfera.