Skip to main content

CIVICITI: THE CITIZEN PARTICIPATION PLATFORM

Article Category

Article available in the folowing languages:

Civiciti: la tecnologia al servizio della democrazia partecipativa

Il software di processo decisionale è in un periodo di attività intensa e Civiciti rappresenta una delle storie di successo più di rilievo in questo mercato in costante crescita. La sua tecnologia di votazione elettronica sta portando le meraviglie della democrazia partecipativa a tutte le autorità pubbliche interessate e propone persino servizi specifici per le aziende private e il settore dell’istruzione.

Società

Tutto è iniziato in Spagna, con i comuni desiderosi di coinvolgere i cittadini nel processo decisionale locale. Civiciti (la piattaforma di partecipazione dei cittadini) era proprio quello che stavano cercando: una tecnologia di votazione elettronica sicura basata su cloud che permettesse agli utenti di avanzare proposte, consentendo ai comuni di selezionare le migliori e metterle al voto dei cittadini. All’epoca non esisteva uno strumento equivalente sul mercato. Saltiamo al 2019. Civiciti è ora utilizzata da oltre 100 clienti in nove paesi, in parte grazie al sostegno del progetto pilota del Consiglio europeo per l’innovazione nell’ambito dello Strumento per le PMI. «Grazie allo studio di fattibilità finanziato dall’UE, abbiamo scoperto dapprima che la piattaforma Civiciti potrebbe essere facilmente utilizzata in America Latina, dove non è richiesto alcun adattamento del prodotto. Le caratteristiche e il linguaggio sono già perfettamente adattati al mercato, e c’è una grande cultura della partecipazione dei cittadini in America centrale e meridionale che a volte si mescola con la tecnologia», spiega Aleix Cereto, business developer di Civiciti. Per i comuni che la utilizzano, Civiciti è diventata parte integrante della politica. Mentre stavamo scrivendo queste righe, la città spagnola di La Bisbal stava chiudendo un processo partecipativo in cui i cittadini dovevano votare in merito a come assegnare uno stanziamento di bilancio di 140 000 euro all’interno di una selezione di 29 progetti relativi a diversi ambiti: dai miglioramenti alla piscina comunale all’energia solare negli edifici pubblici, dai miglioramenti nelle aree verdi a quelli per i caricatori di auto elettriche. Coinvolgimento rafforzato, migliore responsabilità La promessa di Civiciti è allettante: migliorare il coinvolgimento senza aumentare le spese, e in definitiva colmare il divario tra cittadini e governi, recuperando al contempo la fiducia dei primi nei secondi. Come sottolinea Cereto, vi sono prove crescenti del fatto che le tecniche di votazione elettronica aumentino la partecipazione dei cittadini e siano principalmente utilizzate dai nuovi partecipanti piuttosto che dai cittadini già mobilitati. Pertanto, si tratta di un vero affare per i governi che devono affrontare crescenti pressioni in merito a una maggiore trasparenza, responsabilità e consultazione pubblica. Lo studio di fattibilità è stato anche un’opportunità per l’impresa di convalidare la propria strategia di diversificazione. Come inizialmente previsto, la piattaforma può essere facilmente adattata per essere utilizzata in qualsiasi organizzazione, e non solo nei comuni o nella pubblica amministrazione. Civiciti: più che semplici elezioni Sono state individuate due ulteriori categorie di clienti. La prima è il settore privato: le imprese possono utilizzare il sistema, ad esempio, per consultare i dipendenti su mosse strategiche o nuove idee di prodotto e trarre conclusioni grazie a un sistema di dati dedicato. Anche il settore dell’istruzione può trovare Civiciti utile per creare uno spazio di partecipazione in cui studenti, insegnanti e genitori possano condividere opinioni e proposte. «L’interesse di questi settori è diventato chiaro dopo due anni sul mercato», rammenta Cereto. «Abbiamo già implementato portali pilota per università, scuole e società private e condotto elezioni in diretta per assemblee degli azionisti. Prevediamo di espandere ulteriormente questo segmento nei prossimi anni». Completata la fase 1, Civiciti intende continuare la sua strategia di espansione nelle Americhe e nell’Europa occidentale. La società apporterà nuove funzionalità per le organizzazioni private aggiornando al contempo quelle destinate ai comuni e la piattaforma coprirà presto le assemblee degli azionisti, le elezioni dei partiti politici, le elezioni universitarie, le scuole e le associazioni professionali.

Parole chiave

Civiciti, democrazia partecipativa, locale, cittadini, comuni, Spagna, America Latina, politica

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione