Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L'UE punta l'attenzione sull'Artico, mirando su nuove politiche

La Commissione europea ha adottato una comunicazione sulla "Unione europea e regione artica" delineando l'interesse dell'UE e gli obiettivi politici, che includono risorse energetiche, pesca e nuove rotte di navigazione. La regione ha richiamato un aumentato interesse a causa ...

La Commissione europea ha adottato una comunicazione sulla "Unione europea e regione artica" delineando l'interesse dell'UE e gli obiettivi politici, che includono risorse energetiche, pesca e nuove rotte di navigazione. La regione ha richiamato un aumentato interesse a causa delle sue risorse, che potrebbero aiutare a risolvere le preoccupazioni dell'Europa sulla sicurezza energetica Da parte loro, i gruppi di ambientalisti hanno ripetutamente presentato ammonizioni su come il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici, ma anche le attività umane, stanno cambiando l'Artico. Questo articolo, dice la Commissione, rappresenta il primo passo verso una politica UE sull'Artico e sarà determinante nella formazione e nell'attuazione della Politica marittima integrata dell'UE. In una dichiarazione aggiuntiva, il commissario Benita Ferraro-Waldner ha osservato: "L'Artico è una regione unica e vulnerabile, collocata nelle immediate vicinanze dell'Europa. La sua evoluzione avrà delle ripercussioni importanti sulla vita degli europei nelle generazioni a venire." Rafforzando i suoi contributi in questa regione, l'UE sarà in grado di rafforzare molti partenariati con i paesi dell'Artico, ha detto il commissario responsabile per le Relazioni esterne e politica europea di prossimità. "L'EU è pronta a collaborare con loro per aumentare la stabilità, per migliorare la governance artica multilaterale attraverso le reti esistenti e per mantenere il giusto equilibrio tra l'obiettivo prioritario di tutela dell'ambiente e la necessità di un uso sostenibile delle risorse naturali, compresi gli idrocarboni," ha sottolineato. La Commissione ha fatto notare che le politiche UE che esercitano un impatto sul mondo in senso lato, influiscono anche sull'Artico. Il commissario responsabile per gli Affari marini e pesca, Jope Borg, ha affermato: "Non possiamo rimanere impassibili di fronte agli sviluppi allarmanti che influiscono sul clima artico e, di conseguenza, sul resto del pianeta. Dall'altra parte, la combinazione dei cambiamenti climatici e dei recenti sviluppi tecnologici, offrono nuove opportunià allacciate a nuove sfide." Dato che le poliche UE che riguardano una miriade di settori come l'ambiente, l'energia, la ricerca e i trasporti influiscono sull'Artico, serve un'azione coordinata, ha commentato il commissario Borg. "La Politica marittima integrata può fornire una piattaforma collaborativa di grande utilità." La comunicazione delinea tre obiettivi politici principali: migliorare la governance artica multilaterale, salvaguardare l'Artico d'accordo con la sua popolazione e appoggiare l'uso sostenibile delle sue risorse. La Commissione ritiene che gli obiettivi saranno raggiunti attraverso l'attuazione di diverse proposte. Ciò include un contributo maggiore della Commissione al Consiglio artico, diventando un osservatore permanente, assicurando che le questioni sull'Artico vengano considerate con maggiore importanza a livello internazionale, e promuovendo l'attuazione delle norme esistenti e migliorando gli standard relativi all'ambiente e alla sicurezza dell'Organizzazione marittima internazionale. La Commissione afferma che una politica dell'UE per l'Artico funzionerà bene insieme alla Politica marittima integrata, in particolare perché quest'ultima mira alla coordinazione delle politiche relative agli affari marittimi.

Articoli correlati