Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Gara d'appalto per un'analisi delle carenza relative alla carsità d'acqua e siccità nell'UE

La Commissione europea ha pubblicato un bando di gara per un analisi delle carenze relative alla scarsità d'acqua e alla siccità nell'UE. L'equilibrio tra richiesta e disponibilità ha raggiunto un livello critico in molte aree europee (scarsità d'acqua). Inoltre, sempre più ...

La Commissione europea ha pubblicato un bando di gara per un analisi delle carenze relative alla scarsità d'acqua e alla siccità nell'UE. L'equilibrio tra richiesta e disponibilità ha raggiunto un livello critico in molte aree europee (scarsità d'acqua). Inoltre, sempre più aree sono colpite dai cambiamenti nel ciclo idrologico e nei modelli delle precipitazioni (aumento dei periodi di aridità e ricorrenti siccità). In futuro il cambiamento climatico molto probabilmente peggiorerà questi impatti avversi, aumentando la frequenza e la gravità della siccità in Europa e nei paesi vicini. Nel corso degli ultimi 30 anni, nell'Unione europea la siccità è aumentata drammaticamente sia in frequenza che intensità. È stimato che il numero di aree e persone colpite dalla siccità sono aumentate di quasi il 20% tra il 1976 e il 2006, e che fino ad oggi almeno l'11% dei cittadini europei e il 17% del territorio europeo sono stati colpiti dalla scarsità d'acqua. La ridotta disponibilità d'acqua ha un impatto negativo diretto sui cittadini e sui settori economici come l'agricoltura, il turismo, l'industria, l'energia e i trasporti, e potrebbe anche influire sulla competitività e sul mercato interno. La scarsità d'acqua e la siccità hanno anche un impatto più ampio sull'ambiente attraverso gli effetti collaterali sulla biodiversità, la qualità dell'acqua, il rischio aumentato di incendi boschivi e di impoverimento del suolo. Nel 2007 la Commissione europea ha affrontato queste sfide nella Comunicazione sulla carenza idrica e la siccità nell'Unione europea. Il documento ha stabilito un elenco delle priorità sull'acqua, secondo il quale la gestione della richiesta idrica dovrebbe comparire al primo posto e le soluzioni alternative di fornitura andrebbero considerate soltanto dopo aver esaurito le proposte di risparmio ed efficienza idrica. L'obiettivo del presente studio sarà di sintetizzare le conoscenze sulla scarsità idrica e sulla siccità nell'UE, attraverso gli studi esistenti o ancora in corso, l'attività di ricerca, la raccolta di dati da parte delle agenzie europee, le esperienze legate al documento della comunicazione e alle attività delle parti interessate in corso. La valutazione dovrebbe essere usata come base per una valutazione della Commissione dell'impatto dell'analisi politica sulla scarsità idrica e sulla siccità in programma per il 2012.Per ulteriori informazioni, contattare: Commissione europea Direzione generale dell'Ambiente ENV.SRD.2 - Finanze att.ne: équipe "Mercati", BU-5 00/122 1049 Bruxelles Belgio E-mail: env-tenders@ec.europa.eu Per consultare il testo completo dell'invito: GU n. S157 del 14 agosto 2010