Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Titolare di una sovvenzione CER insignito del Premio Nobel per la fisica

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha riconosciuto le sue potenzialità nel 2009, quando lo ha nominato ricercatore anziano capo e gli ha assegnato una sovvenzione per la ricerca nel campo della "decoerenza" della luce nelle cavità. Adesso anche l'Accademia reale svedese ...

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha riconosciuto le sue potenzialità nel 2009, quando lo ha nominato ricercatore anziano capo e gli ha assegnato una sovvenzione per la ricerca nel campo della "decoerenza" della luce nelle cavità. Adesso anche l'Accademia reale svedese delle scienze ha riconosciuto il lavoro del professor Serge Haroche assegnandogli il Premio Nobel per la fisica 2012. Il professor Haroche, ricercatore francese, condivide il premio con il suo collega americano David J. Wineland per "i metodi sperimentali rivoluzionari che hanno permesso di misurare e manipolare i sistemi quantici singoli". Il lavoro del professor Haroche sulla luce nelle cavità, finanziato dal CER, sta facendo avanzare le conoscenze sugli stati quantici stazionari, ovvero su come crearli e come mantenere l'accesso a essi. Il progetto DECLIC ("Exploring the decoherence of light in cavities"), che continuerà fino al 2015, era stato creato per studiare le dinamiche dei campi intrappolati nelle cavità e per studiare la loro decoerenza sotto varie prospettive. Implementerà nuovi metodi per generare stati non classici con grandi numeri di fotoni immagazzinati in una cavità o divisi non localmente in due. Il team è già riuscito a interagire con i fotoni senza distruggerli e ha poi potuto ripetere questa misurazione quantica non distruttiva a un alto tasso su un fotone preparato, portandolo a uno stato "congelato". Il progetto DECLIC ha quindi costruito il primo "loop quantico di feedback chiuso" in grado di mantenere un sistema quantico in uno stato stabile e non classico. Questo è un requisito per fare un uso pratico delle caratteristiche quantiche, per esempio nei computer quantici. Il progetto ha ricevuto 2,5 milioni di euro dal CER in forma di una sovvenzioni CER destinata a ricercatori esperti. Lanciato nel 2007, il CER è un componente pionieristico del Settimo programma quadro di ricerca (7° PQ) dell'UE. Con una dotazione di bilancio di 7,5 milioni di euro per il periodo 2007-2013, le sovvenzioni sono assegnate a ricercatori eccellenti all'inizio della loro carriera e indipendenti, e a ricercatori anziani come il professor Haroche. L'approccio dal basso verso l'alto del Consiglio significa che i ricercatori possono fare domanda per una sovvenzione per qualsiasi campo di ricerca. Non è la prima volta che il titolare di una sovvenzione CER riceve un Premio Nobel: il professor Konstantin Novoselov lo ha ricevuto nel 2010 per il suo lavoro sul grafene. Tre vincitori hanno ricevuto una sovvenzione del CER: il professor James Heckman (2000, Economia), il professor Theodor Hänsch (2005, Fisica) e il professor Jean-Marie Lehn (1987, Chimica). Il fatto di avere altri due Premi Nobel nel suo consiglio di amministrazione rafforza ancora di più le credenziali del CER per il Nobel. "L'annuncio di oggi è la conferma dell'investimento del CER nei ricercatori di maggior talento in Europa, il cui contributo è inestimabile per la scienza e più a lungo termine per tutta la società", ha detto il presidente del CER, la professoressa Helga Nowotny, il 9 ottobre. Questo impatto è la ragione per la quale la Commissione ha proposto un significativo aumento del budget del CER per il prossimo programma di ricerca e innovazione dell'UE, Orizzonte 2020, ha osservato il commissario per la ricerca Máire Geoghegan-Quinn. L'inizio del programma è previsto per il 2014. Il professor Haroche finora è il secondo europeo a ricevere un Premio Nobel nel 2012. Lo scienziato britannico Sir John Gurdon condivide il premio per la fisiologia o medicina con il ricercatore giapponese Shinya Yamanaka per la scoperta che le cellule mature possono essere riprogrammate per diventare pluripotenti.Per maggiori informazioni, visitare: Consiglio europeo della ricerca (CER): http://erc.europa.eu Sito web del Premio Nobel: http://www.nobelprize.org/nobel_prizes/lists/year/

Paesi

Francia