Skip to main content

An intelligent exercise machine for measurable and motivational neuro-muscular rehabilitation therapy

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un dispositivo intelligente per fare esercizio in casa migliora i risultati della riabilitazione dei pazienti

Ogni anno milioni di cittadini dell’UE, compresi quelli in età lavorativa, necessitano di fisioterapie. Un valore destinato ad aumentare a causa del numero crescente di persone anziane, mettendo così i sistemi sanitari sotto pressione.

Salute

I sistemi per fare esercizio a supporto della terapia riabilitativa attualmente presenti sul mercato spesso non riescono a fornire un trattamento efficace a causa del necessario allenamento personalizzato richiesto per soddisfare le esigenze dei singoli pazienti. Con la necessità di un terapista qualificato per ogni paziente, le liste di attesa sono lunghe, la conformità con l’allenamento riabilitativo è bassa e mancano dati precisi riguardanti i progressi del paziente. Il progetto Enjoint, finanziato dall’UE, ha affrontato tutte queste sfide sviluppando una macchina per esercizi intelligente per la terapia di riabilitazione neuromuscolare. Il «robot» fornisce informazioni accurate su un paziente, adattando l’allenamento fisioterapico in base alla sua lesione e ai suoi progressi. Viene inoltre fornito un feedback costante, aumentando così la motivazione del paziente e l’adesione al programma di riabilitazione. Il robot fornisce feedback Enjoint è un semplice sistema di pulegge elettriche con una corda e una maniglia. «Il sistema si basa sull’Internet delle cose (IoT, Internet of Things) ed è collegato a un cloud, dove vengono generati tutti i dati e i report», afferma Jesper Heltzen, coordinatore del progetto, amministratore delegato e fondatore della PMI danese, RoboFit ApS. Questa tecnologia aiuta le persone che non riescono a sollevare completamente il braccio. «Il dispositivo misura la gamma corrente di movimento e la forza del paziente ed è quindi in grado di fornire l’esatto aiuto nei settori in cui è necessario. Inoltre, i pazienti ricevono feedback sia visivi che tattili dal vivo, che dicono loro se stanno eseguendo correttamente gli esercizi», spiega Heltzen. Ai pazienti viene chiesto di valutare il proprio dolore prima e dopo una sessione di allenamento. Utilizzando queste informazioni, il fisioterapista è in grado di valutare se l’esercizio deve essere regolato o meno. Una volta che il fisioterapista ha programmato gli esercizi del paziente, il paziente può accedere al sistema tramite una chiave magnetica. La maniglia si sposta quindi nella posizione iniziale e una volta che il paziente la afferra, inizia il primo esercizio. Molteplici vantaggi Gli esercizi neuromuscolari sono personalizzati per ogni paziente in base alla sua forza e curva di movimento misurata dal robot. «In questo modo, i pazienti ottengono aiuto durante l’esercizio quando necessario, ma anche resistenza nell’esercizio in settori in cui il dolore è basso o la forza è elevata», commenta Heltzen. Fin dall’inizio, l’obiettivo del progetto era che il robot fungesse anche da sistema di allenamento domestico, dando ai pazienti la possibilità di allenarsi autonomamente nelle proprie case. Secondo Heltzen: «il dispositivo è un sistema di allenamento in casa semplice, intuitivo e sicuro, progettato per essere appeso a una parete e quindi non occupa spazio utile nell’area di allenamento quando non viene utilizzato». Enjoint ha aumentato con successo la conformità dei pazienti al loro programma di riabilitazione dal 30 % a quasi il 90 %. «Tutto questo aiuta le persone a tornare al lavoro più velocemente, libera risorse per il terapista e fa risparmiare denaro sulle indennità di malattia e sulla perdita di produttività. Pertanto, operatori sanitari, pazienti e sistemi sanitari nazionali beneficeranno tutti di questo sistema unico», conclude Heltzen.

Parole chiave

Enjoint, esercizio, allenamento, riabilitazione, robot, fisioterapia, neuromuscolare

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione