Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una tecnologia rivoluzionaria rende la gestione dei contratti più efficiente, sicura ed economica

Le imprese sono restie a passare ai contratti digitali principalmente per ragioni di sicurezza e di fruibilità, preferendo i processi tradizionali per la firma di contratti e altri documenti. Un’iniziativa dell’UE ha introdotto soluzioni che ottimizzano l’intera procedura contrattuale, fornendo al contempo un ulteriore livello di sicurezza.

Economia digitale
Società

La stipulazione di contratti e la gestione di documenti se svolte manualmente possono essere lente, costose e influire negativamente sugli utili di un’azienda, indipendentemente dalle sue dimensioni. Il progetto Signa2.0 finanziato dall’UE ha realizzato un’efficiente piattaforma di gestione dei documenti per ottimizzare l’intero processo, da creazione, automazione e firma a registrazione, analisi ed esecuzione. «Attraverso l’integrazione di apprendimento automatico, firma elettronica, riconoscimento ottico dei caratteri e tecnologia blockchain, la nostra innovazione è diventata molto più di un fornitore di firme», afferma il coordinatore Conrado Lamas. «Opera come soluzione a 360º per i contratti digitali.» L’integrazione di questi progressi tecnologici ha consentito a Signa2.0 di sviluppare prodotti nuovi e più sofisticati.

Maggiore portata e flessibilità nella creazione e gestione di documenti

Il metodo di sviluppo tecnologico ha consentito al team di Signa2.0 di inserire nuove funzionalità per ottimizzare l’esperienza dell’utente. «Il nostro servizio sarà più facile da usare, più pratico e accessibile», continua Lamas. Gli utenti beneficeranno di un prodotto che riduce sempre di più gli ostacoli amministrativi legati alla firma di contratti. Il vantaggio principale per le imprese è il risparmio in termini di costi e di tempo. «In questo modo, le attività lavorative con scarso valore commerciale saranno ridotte così che le organizzazioni possano dedicare più tempo ad altri compiti redditizi con maggiore valore aggiunto.» La sicurezza è la caratteristica più importante. La soluzione Signa2.0 utilizza un processo unico e proprietario di autenticazione multi-fattore che include dati biometrici. Esegue la cifratura e l’invio di materiali utilizzando un canale sicuro e registrando ogni azione. Gli utenti possono firmare con un dito, un mouse o un pennino per touchscreen, e inviare normalmente via e-mail il materiale firmato senza bisogno di installare alcun hardware o software speciale. Dei partner del progetto hanno realizzato un contratto intelligente, un documento digitale che viene applicato da un insieme preciso di regole. Se le parti accettano tali regole, il contratto è automaticamente applicato. Questo elimina la necessità di intermediari, riducendo notevolmente i costi operativi e massimizzando la produttività aziendale. Inoltre, i servizi elettronici sono verificabili. Una traccia di controllo raccoglie prove elettroniche generate durante il processo o la certificazione della firma.

Costruire la fiducia nel prodotto

Tutte le informazioni sono cifrate e le firme elettroniche sono integrate nei documenti durante ciascuna transazione. Firme elettroniche giuridicamente vincolanti sono fornite in conformità con le principali leggi sulla firma elettronica nell’UE e non solo. Signa2.0 è diventato un prestatore di servizi fiduciari qualificati certificato ai sensi dell’eIDAS e presente all’interno dell’elenco di fiducia dell’UE. Secondo il Regolamento eIDAS in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno, gli Stati membri sono tenuti a istituire, mantenere e pubblicare elenchi di fiducia di prestatori di servizi fiduciari qualificati e dei servizi fiduciari qualificati da essi prestati. Ai clienti è garantito che la soluzione gestisce le informazioni, tra cui dati e documenti, in modo sicuro. Il progetto ha, inoltre, ottenuto la certificazione ISO 27001, che garantisce che il proprio sistema di gestione della sicurezza delle informazioni è conforme agli standard di sicurezza internazionali. «Signa2.0 ha soddisfatto una fondamentale esigenza di mercato di soluzioni elettroniche attraverso l’automazione dei processi, la semplificazione della chiusura dei contratti e la massimizzazione del ritorno sugli investimenti dal processo di digitalizzazione», conclude Lamas. In definitiva, il progetto intende fungere da punto di riferimento per la fornitura di servizi fiduciari in tutta Europa, contribuendo alla trasformazione digitale che le imprese stanno attraversando per restare competitive, e abbattendo le barriere elettroniche transfrontaliere.

Parole chiave

Signa2.0, contratto, documento, sicurezza, servizi fiduciari, firme elettroniche, gestione di documenti

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione