Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

All’orizzonte una singola stampante per infiniti tipi di prodotto e confezionamento

Il confezionamento è parte integrante dell’attrattiva di un prodotto, un’estensione del marchio di un’azienda che spesso fornisce anche importanti informazioni ai consumatori. L’innovativa tecnologia di stampa a getto d’inchiostro rende veloce, conveniente e «verde» il passaggio tra le illimitate specifiche dei risultati di stampa.

Tecnologie industriali

Per dotare la carta, il cartone, la plastica e il legno di disegni e testi multicolore devono essere utilizzate stampanti per il confezionamento, diversificate all’incirca quanto i risultati che consentono. Tuttavia, sebbene quasi tutte le aziende producano una varietà di prodotti che richiedono un diverso confezionamento, la maggior parte delle stampanti non hanno la flessibilità necessaria per apportare modifiche senza interruzioni. Grazie alla PMI italiana TOPJET S.r.l. la situazione è cambiata. Con 30 anni di esperienza nella progettazione e nella produzione dei sistemi di stampa per il confezionamento e l’etichettatura, l’azienda ha creato oggi il sistema di stampa a getto d’inchiostro modulare d’avanguardia SupplePrint. Il sistema promette di fare per il confezionamento e l’etichettatura ciò che le stampanti 3D hanno fatto per lo sviluppo di prototipi e la produzione di piccoli lotti. Il progetto SUPPLEPRINT, finanziato dall’UE, ha consentito al team di ottimizzare la tecnologia e di gettare le basi per liberarne il potenziale sul mercato.

Versatile, ecocompatibile e veloce

Grazie all’impiego di strumenti software di progettazione all’avanguardia, TOPJET S.r.l. ha sviluppato SupplePrint come sistema alla portata di tutti e in grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze e dei casi d’uso degli utenti. Le sue molteplici configurazioni delle testine di stampa supportano un’altezza e una larghezza illimitate per l’area grafica di stampa, oltre alla stampa su materiali porosi e non. SupplePrint consente la stampa di grafiche complesse ad alta risoluzione (600 dpi) su confezioni standard riempite di prodotto e utilizza inchiostri senza oli minerali (MOF) ecocompatibili e all’avanguardia nonché inchiostri UV LED privi di composti organici volatili. Può raggiungere una velocità di stampa di 150 m/min; a scopo comparativo, 150 m corrispondono a circa 6 vagoni di un treno, si pensi quindi alla stampa di grafiche complesse che scorre alla velocità di 6 vagoni al minuto.

I vantaggi producono risparmio di tempo e denaro

Secondo il direttore tecnico Alessandro Calzolari: «Grazie alla sua intuitiva interfaccia utente grafica, SupplePrint è in grado di cambiare rapidamente e facilmente le configurazioni da una progettazione, una dimensione e da un materiale di confezionamento a un altro, riducendo significativamente tempi e costi dei processi di produzione di piccoli lotti. Supporta caratteri di dimensioni illimitate, stampa di codici a barre a una e due dimensioni e varie testine di stampa e inchiostri commerciali». Valeria Cervetti, coordinatrice di SUPPLEPRINT, aggiunge: «SupplePrint può essere utilizzato in qualsiasi settore industriale e per una varietà di applicazioni, dalla stampa al confezionamento, fino alla stampa sul prodotto stesso. Il costo-beneficio previsto è di 70 000 euro l’anno (circa il 60 % in rapporto allo standard industriale) grazie al risparmio in termini di costi fissi, quali le riduzioni di smaltimento di inchiostri e imballaggi, dei tempi di configurazione e della velocità di stampa». SupplePrint resiste agli ambienti di lavoro industriali più difficili; il prodotto è a tenuta di polvere e di acqua fino a 1 m, in base agli standard internazionali (IP67), e supporta una temperatura compresa tra 5 e 45 °C.

Sistema pronto per l’industria 4.0: collegare la macchina, l’utente e TOPJET

SupplePrint è inoltre dotato di connettività per l’Industria 4.0 e la tecnologia RA, supportando la collaborazione da remoto tra il cliente e i tecnici di TOPJET S.r.l. per l’ottimizzazione e la manutenzione dei processi, oltre all’eventuale risoluzione dei problemi. Gli occhiali RA possono supportare il cliente nel visualizzare le informazioni, tra cui gli schemi dei collegamenti elettrici e le schede tecniche; inoltre, supportano il protocollo di comunicazione mobile standard europeo (VoIP/GSM) per la connettività audio e video. Calzolari e Cervetti concludono: «Grazie alla modularità di SupplePrint, sarà possibile creare rapidamente stampe personalizzate per soddisfare le più svariate esigenze dei clienti senza necessità di esperimenti e valutazioni». Presto, SupplePrint rivoluzionerà il modo in cui le aziende esprimono la loro unicità.

Parole chiave

SUPPLEPRINT, stampa, confezionamento, TOPJET, inchiostri, getto d’inchiostro, etichettatura, Industria 4.0, inchiostro MOF, inchiostro UV LED

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione