Skip to main content

PROSumers for the Energy Union: mainstreaming active participation of citizens in the energy transition

Article Category

Article available in the folowing languages:

Dare ai cittadini comuni la possibilità di svolgere un ruolo chiave nella transizione verso l’energia pulita in Europa

La crescita dei prosumer europei, ovvero coloro i quali producono e consumano la propria energia rinnovabile, sta mettendo a dura prova le strutture e le istituzioni esistenti sul mercato dell’energia. Un’iniziativa dell’UE contribuisce a porre i prosumer e i cittadini al centro della trasformazione energetica dell’Europa.

Cambiamento climatico e Ambiente
Società
Energia

La transizione verso un futuro a basse emissioni di carbonio basato su fonti di energia rinnovabile (FER) si traduce in un nuovo ruolo per i cittadini, poiché sta trasformando i consumatori energetici da cittadini passivi a cittadini attivi produttori di energia, o prosumer. «La transizione energetica è un’opportunità non solo per un sistema energetico più sostenibile e a basse emissioni di carbonio o a energia zero, ma anche per un sistema energetico più democratico e inclusivo», commenta Inês Campos, coordinatrice del progetto PROSEU, finanziato dall’UE. «I prosumer sono proprio al centro di questo concetto». In generale, l’obiettivo è quello di determinare quali strutture di incentivazione renderanno possibile l’integrazione del prosumerismo FER. Così facendo, PROSEU salvaguarderà la partecipazione dei cittadini, l’inclusione e la trasparenza nella strategia energetica dell’Unione europea, una strategia della Commissione europea che mira a un’energia accessibile, economica, sicura, competitiva e sostenibile per tutti gli europei. Il progetto cerca di aiutare l’Unione dell’energia a raggiungere il suo obiettivo di dare ai cittadini la possibilità di interagire con il mercato dell’energia in qualità di prosumer.

Scoprire cosa sostiene o limita le iniziative dei prosumer

Il gruppo responsabile di PROSEU ha iniziato documentando e analizzando lo stato dell’arte delle iniziative di prosumer FER in tutta Europa. Un’indagine su 198 iniziative collettive di prosumer in nove paesi dell’UE ha contribuito a una relazione sulla situazione attuale dei collettivi di prosumer, come le comunità e le cooperative energetiche. La relazione presenta la demografia, l’uso della tecnologia, l’organizzazione, il finanziamento, la motivazione e i fattori percepiti che ostacolano e facilitano i prosumer collettivi, oltre a identificare diversi ostacoli interni ed esterni al successo dell’integrazione del prosumerismo FER. Un documento di orientamento offre raccomandazioni per il recepimento delle direttive UE nella normativa nazionale. Un documento programmatico fornisce raccomandazioni ai politici, ai legislatori e alle amministrazioni sull’attuazione dei diritti che consentono ai prosumer e alle comunità dell’energia di partecipare allo svolgimento dell’Unione dell’energia. I partner del progetto hanno identificato e analizzato i quadri normativi e gli strumenti politici relativi alle iniziative dei prosumer FER nei nove paesi partecipanti. Su questa base, hanno prodotto un’analisi approfondita che rivela le principali sfide e opportunità che tali strutture hanno avuto sui prosumer collettivi FER. I risultati mostrano che l’attuale quadro giuridico a livello europeo rappresenta una chiara opportunità per i prosumer collettivi e forniscono un punto di partenza da cui attingere le implicazioni politiche per migliorare i quadri giuridici in materia di prosumer collettivi FER in tutta Europa. I ricercatori hanno anche esplorato nuovi modelli commerciali che i prosumer stanno attuando in Europa come risultato del coinvolgimento partecipativo di diversi interlocutori nei nove paesi. Ciò ha portato a una relazione che analizza i diversi modelli di attività commerciale adottati per generare energia rinnovabile. La relazione spiega perché le comunità FER e le comunità energetiche di cittadini sono necessarie, che tipo di valore potrebbero cercare di acquisire nella transizione energetica e come possono essere potenziate attraverso le politiche e le normative energetiche dei paesi dell’UE. Il consorzio sta attualmente lavorando a una tabella di marcia per l’integrazione del prosumerismo fino al 2030 e al 2050. Sta inoltre raccogliendo ricerche e analisi delle strutture socio-culturali, normative, economiche e tecnologiche di incentivazione per i prosumer e dal coinvolgimento partecipativo di circa 160 interlocutori esperti.

Scoprire il potenziale del prosumerismo

«PROSEU sta scoprendo chi sono i prosumer e come operano. Questa conoscenza sarà vitale considerando che la transizione energetica può trarre grande beneficio dalla partecipazione diffusa dei cittadini», conclude Campos. «I prosumer stanno iniziando adesso a essere riconosciuti come attori chiave in questa transizione, quindi li stiamo aiutando a fare il passo successivo per diventare soggetti di primo piano nei nuovi sistemi energetici».

Parole chiave

PROSEU, energia, prosumer, prosumerismo, prosumer collettivo, Unione dell’energia, fonti energetiche rinnovabili (FER)

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione