Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Tecnologie di riscaldamento e raffreddamento ecocompatibili per i supermercati dell’Europa meridionale

Alcuni ricercatori finanziati dall’UE hanno scoperto che i loro sistemi di riscaldamento e raffreddamento basati su CO2 si prestano bene per i negozi dell’Europa meridionale.

Cambiamento climatico e Ambiente
Energia

Gli idrofluorocarburi (HFC) sono gas manifatturati che offrono un vasto campo di applicazioni, tra cui i sistemi di refrigerazione, di climatizzazione, i sistemi ad aerosol, di isolamento degli edifici e di estinzione degli incendi. Tuttavia, poiché il rischio di riscaldamento globale è nettamente maggiore rispetto all’utilizzo della CO2, questi gas serra fluorurati (FGAS) causano danni notevoli all’ambiente. Il regolamento UE del 2015 sui gas fluorurati ha cercato di mitigare tale impatto riducendo la disponibilità di alcuni HFC in Europa e la dipendenza dei cittadini da essi. A sostegno di tale obiettivo, il progetto MultiPACK finanziato dall’UE si sta impegnando per fare in modo che le persone acquistino fiducia nei confronti di tecnologie di riscaldamento e raffreddamento nuove e più rispettose dell’ambiente. Presentate come un’alternativa ai gas fluorurati, queste unità integrate di riscaldamento, ventilazione, aria condizionata e refrigerazione di nuova generazione (i cosiddetti HVACR) si basano su cicli a compressione di vapore mediante CO2.

Al momento sono tre i siti dimostrativi

Il progetto MultiPACK intende installare le sue unità nei supermercati e in altri edifici ad alto consumo energetico, quali hotel e palestre. Il team del progetto sta attualmente testando questi sistemi di riscaldamento e raffreddamento in un supermercato in Portogallo e due in Italia, allo scopo di accertarne la fattibilità, affidabilità e funzionalità, e per valutare le loro prestazioni energetiche in un clima come quello dell’Europa meridionale. Le prestazioni dei tre sistemi dimostrativi vengono misurate mediante diversi indicatori chiave di performance (KPI), tra cui la riduzione della potenza di picco e la richiesta totale di energia primaria, la riduzione delle emissioni totali di CO2, la riduzione del numero di cicli operativi dei compressori e la riduzione del costo totale di gestione. Altri indicatori chiave per il confronto delle prestazioni dei supermercati includono la riduzione del numero di unità separate di trasferimento di energia, la temperatura e la pressione di esercizio degli evaporatori e la media del secondo principio della termodinamica. I risultati preliminari hanno dimostrato che i sistemi integrati HVACR (Heating, Ventilation, Air Conditioning, Refrigeration) del progetto rappresentano una buona soluzione per i supermercati dell’Europa meridionale. «I dati ottenuti dai modelli e dalle misurazioni dimostrano che le prestazioni dei sistemi integrati MultiPACK li rendono adatti al clima dell’Europa meridionale», ha osservato Michael Jokiel, esperto di energia termica e membro di SINTEF, partner del progetto, in un articolo pubblicato sul sito web «R744.com». Tuttavia, come si legge nell’articolo, sia gli impianti di refrigerazione sia i modelli di simulazione possono essere ulteriormente migliorati. Il sistema MultiPACK consiste in unità di alimentazione a CO2 che sfruttano la tecnologia ad eiezione. Si tratta di un sistema completamente integrato, che offre refrigerazione, riscaldamento e climatizzazione utilizzando CO2 come gas refrigerante. «Le unità includono compressione parallela, evaporatori sovralimentati che funzionano mediante forza di gravità, eiettori per la compressione del vapore e il ricircolo del liquido, e pompe di calore aria-acqua. Tali unità provvedono inoltre al recupero di calore per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda, e sono pienamente equipaggiate per il monitoraggio delle prestazioni», si legge nell’articolo. Il progetto MultiPACK (Demonstration of the next generation standardised integrated cooling and heating packages for commercial and public buildings based on environment-friendly carbon dioxide vapour compression cycles), di durata quinquennale, si concluderà nel settembre 2021. Si stima che le sue unità plug-and-play a risparmio energetico saranno in grado di ridurre di oltre il 25 % il costo totale di gestione e consumo energetico per il riscaldamento e la climatizzazione nei relativi edifici. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto MultiPACK

Parole chiave

MultiPACK, riscaldamento, raffreddamento, energia, CO2, Europa meridionale

Articoli correlati