Skip to main content

A ground-breaking medical system selecting the most viable embryo for successful IVF pregnancy

Article Category

Article available in the folowing languages:

Lo stress ossidativo come marcatore per la qualità degli embrioni nella FIVET

Attualmente, solo una donna su quattro che intraprende una procedura di FIVET rimarrà incinta. Attraverso un innovativo dispositivo medico non invasivo, il progetto Fertissimo promette di migliorare il tasso di successo della FIVET consentendo la selezione degli embrioni da trasferire.

Salute

Per aumentare le possibilità di gravidanza con la fecondazione in vitro (FIVET), di solito vengono trasferiti più embrioni; tuttavia, ciò comporta nascite multiple e abbassa ulteriormente il tasso medio di gravidanza. La selezione degli embrioni consentirebbe il trasferimento di singoli embrioni e migliorerebbe il tasso di gravidanza della FIVET.

Un dispositivo medico per la selezione di embrioni nella FIVET

Il progetto Fertissimo, finanziato dall’UE, ha lavorato a una soluzione innovativa che misura lo stress ossidativo come biomarcatore della qualità dell’embrione. «Fertissimo fornisce essenzialmente un mezzo per valutare quantitativamente il potenziale riproduttivo di un embrione in modo accurato», spiega il coordinatore del progetto e AD di Carmel Diagnostics, Tzali Cnaani. Dopo il prelievo degli ovociti e la fecondazione in vitro, i metodi standard di riferimento per valutare la qualità dell’embrione prima del trasferimento si basano sulle caratteristiche morfologiche e sul tasso di segmentazione, ma questo approccio è soggettivo e suscettibile di errori. Il monitoraggio del time-lapse degli embrioni in coltura permette il calcolo digitale del tasso di segmentazione cellulare e offre un miglioramento dell’osservazione morfologica attraverso la microscopia. L’approccio di Fertissimo ha rivoluzionato le procedure di FIVET, consentendo ai medici di selezionare embrioni vitali valutando il profilo ossidativo dei loro mezzi di coltura in vitro in pochi minuti. Il dispositivo utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per l’ottimizzazione e il miglioramento continuo.

Lo stress ossidativo come biomarcatore della vitalità dell’embrione

Lo stress ossidativo è provocato da uno squilibrio delle specie reattive dell’ossigeno che porta alla deregolamentazione della segnalazione cellulare e, in ultima analisi, all’apoptosi. È caratteristico di varie patologie tra cui infertilità, insufficienza cardiaca congestizia, infiammazioni e morbo di Parkinson. La misurazione dello stress ossidativo di solito è una procedura lunga e costosa. Il dispositivo medico di Fertissimo utilizza la tecnologia della termo-chemiluminescenza, che provoca una modificazione ossidativa molecolare proteica e lipidica dopo il riscaldamento. Questa ossidazione indotta dal riscaldamento emette fotoni e riflette la capacità e il potenziale ossidativi residui in vitro di un campione biologico. La correlazione tra il profilo ossidativo del fluido follicolare e la capacità di concepire ha spinto i ricercatori di Fertissimo a portare la tecnologia in clinica.

Prestazioni e prospettive future di Fertissimo

In collaborazione con l’IVI Valencia, la più grande rete di cliniche di FIVET del mondo, Fertissimo ha realizzato uno studio pilota, dimostrando una relazione tra lo stato ossidativo del primo embrione da FIVET e le possibilità di impianto. I ricercatori utilizzano i valori dell’analizzatore a termo-chemiluminescenza di Fertissimo per prevedere la vitalità dell’embrione e la probabilità di gravidanza. Utilizzando questo approccio, ci si può aspettare un aumento del 20 % di concepimenti. Ci sono più di 3 500 cliniche specializzate in FIVET in tutto il mondo, che ogni anno eseguono quasi 2 milioni di procedure di FIVET. «In un mercato della selezione degli embrioni che vale 500 milioni di dollari, esiste una nicchia di mercato per la tecnologia di Fertissimo», sottolinea Cnaani. Migliorare la selezione degli embrioni e la capacità di una paziente di concepire in un determinato ciclo ridurrà i costi associati e lo stress per le donne e i loro partner. La futura tabella di marcia di Fertissimo prevede il ricorso allo stress ossidativo per stratificare i pazienti affetti da scompenso cardiaco, nonché per diagnosticare e monitorare varie altre patologie, tra cui la degenerazione maculare legata all’età, il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer. Inoltre, la misurazione dello stress ossidativo può supportare la valutazione dell’entità del danno dopo una lesione cerebrale traumatica. Gli attuali sforzi dei partner di Fertissimo prevedono la preparazione per la produzione in serie, le autorizzazioni normative e la presentazione sul mercato in paesi extra-UE come la Cina e il Giappone.

Parole chiave

Fertissimo, embrione, FIVET, stress ossidativo, gravidanza, selezione degli embrioni, termo-chemiluminescenza, fecondazione in vitro, vitalità dell’embrione

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione