Skip to main content

Resilience, Mindfulness and Medication Safety with Electronic Systems

Article Category

Article available in the folowing languages:

Tenere d’occhio il rischio clinico e la sicurezza del paziente attraverso i sistemi elettronici

Gli incidenti e gli errori legati ai farmaci sono una delle principali cause di danni prevenibili, ma con la tecnologia è possibile migliorare la sicurezza. Un team di ricercatori europei ha studiato come l’introduzione di sistemi elettronici influenzi la sicurezza dei farmaci e la consapevolezza collettiva dei medici.

Economia digitale
Salute

I sistemi di gestione elettronica dei farmaci (EMM, electronic medication management) sono stati introdotti negli ospedali di tutto il mondo per migliorare la sicurezza dei medicinali attraverso il miglioramento della consapevolezza collettiva. La consapevolezza collettiva permette alle organizzazioni di operare in modo affidabile ed efficace, anche in situazioni difficili. È quindi necessario valutare le conseguenze positive e negative che tale tecnologia può avere su di essa.

Impatto dell’EMM sulla consapevolezza collettiva

Intrapreso con il sostegno del programma di azioni Marie Skłodowska-Curie, MindSEIS ha studiato l’introduzione di un nuovo sistema EMM in un ospedale pediatrico di Sydney in collaborazione con l’Australian Institute of Health Innovation. «Il nostro obiettivo principale era quello di capire meglio la relazione tra l’uso di questa tecnologia e la consapevolezza collettiva dei medici nell’uso dei farmaci», spiega Bryony Dean Franklin, professore di sicurezza dei farmaci alla UCL School of Pharmacy e coordinatore del progetto. Il nuovo sistema EMM è stato implementato per ridurre il rischio di errori legati alla somministrazione dei farmaci. I ricercatori di MindSEIS hanno valutato se i medici abbiano mostrato una consapevolezza collettiva utilizzando questo sistema. Hanno intervistato medici, farmacisti e infermieri del reparto di oncologia dell’ospedale, analizzando inoltre gli incidenti riportati che hanno coinvolto pazienti oncologici dopo l’implementazione dell’EMM. L’obiettivo era quello di determinare se e come il sistema EMM fosse associato a tali incidenti. I risultati dello studio MindSEIS hanno mostrato che il sistema EMM ha sostenuto la sicurezza dei farmaci attraverso l’automazione, l’accesso alle informazioni e la standardizzazione della semantica relativa ai protocolli oncologici. «Per esempio, l’EMM applicava una regola di protocollo per interrompere il processo di somministrazione dei farmaci fino a che non fossero stati eseguiti tutti i controlli necessari, simili a quelli effettuati su un aereo prima del decollo», sottolinea Valentina Lichtner, ricercatrice MSCA e docente presso l’Università di Leeds. L’EMM ha fornito a chi prescrive i farmaci e ai medici calcoli automatici dei dosaggi e avvertimenti basati su regole incorporate e protocolli oncologici standardizzati, migliorando così la conformità.

Il lato negativo degli EMM

I medici che usano l’EMM hanno riscontrato errori operativi con alcune funzionalità di automazione incorporate che si sono rivelate difficili da usare, causando frustrazioni ed errori dell’utente. I programmi automatizzati non erano sempre fattibili e dipendevano dalla disponibilità di altri servizi ospedalieri, come i test clinici. In alcuni casi, i protocolli e le pianificazioni dei farmaci dovevano essere adattati manualmente alle condizioni del paziente e alla risposta al trattamento. Per ridurre al minimo gli errori legati ai farmaci, la fiducia nel sistema EMM deve essere moderata dalla consapevolezza dei medici riguardo ai limiti della tecnologia che stanno usando, e in merito a come la tecnologia si adatta al contesto ospedaliero.

Lezioni apprese

La maggior parte degli studi di valutazione delle tecnologie mostra i benefici o delinea le conseguenze inaspettate senza spiegare i meccanismi sottostanti. Al contrario, MindSEIS ha raggiunto una comprensione concettuale dei meccanismi attraverso i quali l’EMM può mitigare o esacerbare i rischi di sicurezza dei farmaci in un ospedale. «La comprensione di questi meccanismi faciliterà il successo dell’applicazione dell’EMM in campo sanitario e sosterrà la consapevolezza collettiva», sottolinea Lichtner. L’introduzione della tecnologia negli ospedali di solito mira a migliorare la cura del paziente e la sicurezza. MindSEIS sottolinea l’importanza della consapevolezza da parte dei medici sia dei benefici che dei limiti dell’EMM per garantire la sicurezza del paziente e ridurre al minimo gli errori legati ai farmaci.

Parole chiave

MindSEIS, sistema di gestione elettronica dei farmaci (EMM), consapevolezza collettiva, sicurezza dei farmaci, ospedale, automazione

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione