Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Prevenire gli attacchi intenzionali con i camion

I settori dell’auto e della tecnologia uniscono le forze per contribuire a rendere più sicuro il trasporto su strada e impedire che camion merci vengano utilizzati in attacchi terroristici.

Sicurezza

Il 14 luglio 2016 sono state uccise 86 persone, e 458 sono rimaste ferite, durante un attacco terroristico a Nizza, in Francia. L’arma utilizzata era un camion da 19 tonnellate. Sfortunatamente non si è trattato di un incidente isolato, in quanto attacchi simili con l’impiego di veicoli si sono verificati in altre città d’Europa, tra cui Berlino, Londra, Stoccolma, Parigi e Barcellona. Tali attacchi hanno dimostrato quanto sia facile trasformare un camion merci in un dispositivo mortale e come anche i più recenti sistemi di sicurezza dei veicoli ad alta tecnologia siano inutili per la prevenzione di questo tipo di attacchi. «È evidente che la sicurezza del trasporto stradale deve essere integrata da un sistema per garantire l’incolumità», afferma Michael Berner, ricercatore presso Daimler Trucks, produttore di veicoli leader a livello mondiale. I più recenti sistemi di sicurezza per camion possono già prevenire incidenti stradali gravi, ma non sono in grado di evitare eventuali collisioni causate intenzionalmente dal conducente. Il progetto TransSec, finanziato dall’UE, intende cambiare questa situazione. «Abbiamo riunito i settori dell’auto e della tecnologia a membri del mondo accademico e la nostra missione è sviluppare ciò che chiamiamo un camion di sicurezza», spiega Berner, che ha assunto la gestione del progetto dopo che Roland Trauter è andato in pensione.

Usare la tecnologia per migliorare la prevenzione delle collisioni

L’attività centrale del progetto prevede un’analisi completa delle opzioni disponibili e dei vincoli tecnici legati allo sviluppo di modelli di sicurezza supplementari. «Questo viene fatto sviluppando e valutando i sistemi, progettati sia per essere utilizzati dai camion, sia per essere integrati, con l’obiettivo di rendere sicuro il trasporto su strada e impedire che i camion siano usati in attacchi terroristici», aggiunge Berner. Gran parte delle attività del progetto si sono concentrate sull’uso del posizionamento del veicolo, ad esempio portando la qualità di posizionamento a livello decimetrico o addirittura centimetrico, costruendo mappe digitali dettagliate, migliorando i servizi di correzione GNSS e aggiungendo nuovi sensori. Nel complesso, tali miglioramenti tecnologici potrebbero consentire di rilevare rapidamente quando un camion va fuori strada, va nella direzione sbagliata o entra in un’area riservata. «Utilizzando la fusione di misure ricavate da sensori Lidar e telecamere, i nostri moduli di percezione ambientale migliorano significativamente il rilevamento, il tracciamento e la prevenzione delle collisioni con gli utenti della strada e gli obiettivi vulnerabili», osserva Berner. Inoltre, Berner richiama l’attenzione sulle funzioni di manovra autonoma di emergenza sviluppate nel progetto e sull’uso della comunicazione «Vehicle-to-Everything» per la diffusione del rilevamento pre-incidente, tra cui eCall. «Tutti questi sviluppi contribuiscono a rendere più sicuro il funzionamento dei camion e a mitigare il rischio di collisioni intenzionali», aggiunge.

Salvare vite umane

Le conoscenze acquisite e la tecnologia all’avanguardia sviluppata nell’ambito del progetto TransSec rappresentano una svolta nella prevenzione degli attacchi intenzionali con camion. «Siamo orgogliosi che ciò che abbiamo realizzato possa avere un ruolo decisivo nel salvare vite umane», conclude Berner. Al momento, i ricercatori sono al lavoro per integrare queste conoscenze e tecnologie in prototipi di soluzioni software e hardware e stanno anche studiando come integrare tali soluzioni nei veicoli reali in maniera conveniente.

Parole chiave

TransSec, auto, tecnologia, trasporto su strada, camion merci, attacchi terroristici, sistemi di sicurezza dei veicoli, posizionamento, GNSS, eCall

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione