Skip to main content

Improved Methods and Actionable Tools for Enhancing Health Technology Assessment

Article Category

Article available in the folowing languages:

La cooperazione transfrontaliera si dimostra essenziale per valutazioni più efficienti della tecnologia sanitaria

Alcuni nuovi strumenti e metodi per lo svolgimento di valutazioni della tecnologia sanitaria si prefiggono di migliorare il processo decisionale e di promuovere la cooperazione tra gli Stati membri: il risultato potrebbe sfociare in una migliore cura dei pazienti.

Salute

Nonostante le politiche sociali e sanitarie rimangano una responsabilità degli Stati membri, esistono alcuni vantaggi nella collaborazione transfrontaliera, in particolare per quanto riguarda l’appalto di tecnologie relative alla salute. Il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza dell’acquisizione di tecnologia sanitaria tramite la condivisione di dati e informazioni si rivela quindi al momento un obbiettivo politico importante per molti Stati membri. Il progetto IMPACT HTA, finanziato dall’UE, sta favorendo l’agevolazione di tale collaborazione nell’ambito dei dati. «I dati relativi ai costi e ai risultati delle nuove tecnologie sanitarie sono attualmente disponibili da una vasta gamma di fonti», afferma Panos Kanavos, professore di politica sanitaria internazionale presso la London School of Economics e coordinatore del progetto IMPACT HTA. «L’obiettivo di questo progetto consiste nella creazione di un ambiente in cui tutti gli Stati membri riescano ad accedere prontamente a tali informazione durante l’esecuzione di valutazioni della tecnologia sanitaria.» Le valutazioni della tecnologia sanitaria rappresentano un metodo sistematico impiegato per la valutazione di proprietà, effetti e conseguenze di una tecnologia sanitaria. Alcuni Stati membri si avvalgono delle valutazioni della tecnologia sanitaria per prendere decisioni informate sull’acquisizione e/o sulla certificazione di una nuova tecnologia sanitaria.

Metodi e strumenti all’insegna dell’innovazione

Il progetto ha sviluppato numerose metodologie e strumenti innovativi a favore del processo decisionale, migliorando l’assegnazione delle risorse e semplificando la collaborazione tra Stati membri, agenzie di valutazione della tecnologia sanitaria, personale sanitario e altre parti interessate. Basti prendere ad esempio uno strumento di valutazione economica che combina e utilizza studi clinici e dati di osservazione randomizzati. «Questo strumento permette al personale addetto alle valutazioni della tecnologia sanitaria di condurre valutazioni rapide e convenienti usufruendo dei dati locali liberamente disponibili», osserva Kanavos. «È possibile modificare facilmente i dati in base alle esigenze a livello locale, il che permette la condivisione di modelli tra agenzie e stime in un determinato ambito terapeutico.» Inoltre, il progetto ha elaborato una metodologia per la determinazione dei costi e realizzato una banca dati di costi unitari per il settore della sanità e dell’assistenza sociale. «Si può adoperare questa banca dati, la prima nel suo genere in Europa, per l’inserimento di valutazioni di carattere sanitario ed economico trasferendo analisi e modelli economici tra paesi», aggiunge Kanavos. «Così facendo, i ricercatori non perdono tempo a cercare i costi, consentendo confronti a livello transnazionale e fornendo una comprensione approfondita delle variazioni di costo transfrontaliere.» Alcuni ricercatori hanno persino sviluppato strumenti specifici per gli ospedali. «Le prestazioni ospedaliere sono caratterizzate da mille sfaccettature e molti fattori contestuali condizionano l’adozione di tecnologie sanitarie», osserva. In quest’ottica, il progetto ha creato due serie di strumenti per il contesto ospedaliero: la prima valuta le prestazioni generali dell’ospedale, mentre la seconda offre un metodo per la valutazione di come alcuni fattori contestuali potrebbero ripercuotersi sull’implementazione della tecnologia. «Questi strumenti sono sostenuti da un modello decisionale che individua tecnologie di pari efficacia e sicurezza, che tuttavia sono soggette a variazioni cliniche», afferma Kanavos. «Tramite la determinazione dei diversi interventi possibili, questi strumenti contribuiscono a migliorare le prestazioni e la qualità della cura dei pazienti.»

Migliorare la cura dei pazienti

Sebbene le attività stiano proseguendo, gli strumenti e i metodi scaturiti da IMPACT HTA sono già impiegati da organismi di valutazione della tecnologia sanitaria, sviluppatori di linee guida, organizzazioni di pazienti, esperti clinici, gruppi accademici e dal settore sanitario. «I nostri approcci convalidati per la raccolta, l’analisi e l’integrazione dei dati non solo concorrono a migliorare l’assegnazione delle risorse negli Stati membri, ma aspetto ancora più importante, garantiscono che i pazienti ricevano la migliore cura possibile», conclude Kanavos.

Parole chiave

IMPACT HTA, valutazioni della tecnologia sanitaria, Stati membri, cura dei pazienti, politica sanitaria, tecnologia sanitaria, acquisizione, dati, assistenza sanitaria, ospedali

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione