Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

TENDENZE SCIENTIFICHE: è possibile vivere con il cuore di un maiale nel petto?

Un paziente in punto di morte riceve il cuore di un maiale durante un intervento chirurgico senza precedenti.

Ricerca di base

Gli organi dei maiali assomigliano molto a quelli degli esseri umani e ciò li ha resi una fonte interessante per potenziali trapianti agli occhi della comunità scientifica. Ma quanto è fattibile un trapianto di cuore da maiale a essere umano? Finora, questo tipo di trapianti è prevalentemente fallito poiché l’organismo dei pazienti ha rigettato rapidamente l’organo dell’animale. Grazie a nuovi strumenti di editing genetico, esiste la possibilità che i problemi legati ai trapianti di cuore da maiale a essere umano siano un ricordo del passato.

Un momento spartiacque nei trapianti da animale a essere umano

Il 7 gennaio, un gruppo di chirurghi presso l’Università di medicina del Maryland, negli Stati Uniti, ha impiegato sette ore per effettuare con successo un trapianto di cuore di un maiale geneticamente modificato su un paziente umano. Quella mattina, hanno rimosso il cuore del maiale per poi collocarlo in un macchinario di conservazione speciale. Questo caso primo al mondo ha dimostrato che il cuore di un animale può sopravvivere in un organismo umano senza un rigetto immediato. La scuola di medicina dell’Università del Maryland (UMSOM) ha pubblicato un breve video su YouTube dell’operazione. David Bennett, un tuttofare di 57 anni del Maryland affetto da una cardiopatia terminale, non aveva altre opzioni. «Dovevo scegliere tra morire e tentare il trapianto. Io voglio vivere. So che è un salto nel buio, ma è la mia ultima possibilità», ha spiegato in un comunicato stampa dell’UMSOM. «Non vedo l’ora di lasciare il letto dopo essermi ripreso.» Questa è la dichiarazione rilasciata il giorno prima dell’intervento chirurgico. Ora, a metà gennaio, le sue condizioni rimangono stabili, ma è troppo presto per sapere se l’intervento chirurgico è ben riuscito. Le prossime settimane saranno determinanti. Il sig. Bennett è accuratamente monitorato per stabilire come si comporta il nuovo organo. Se questo intervento chirurgico pionieristico si rivelerà un successo, gli organi di maiali potrebbero contribuire a gestire la scarsità di organi di donatori. «Si è trattato di un intervento chirurgico rivoluzionario che ci fa compiere un passo in avanti verso la risoluzione della crisi legata alla carenza di organi», ha commentato nello stesso comunicato stampa il dott. Bartley P. Griffith, che ha trapiantato chirurgicamente il cuore di maiale. «Stiamo procedendo con cautela, ma siamo anche ottimisti sul fatto che in futuro questo intervento chirurgico, il primo del suo genere al mondo, fornirà ai pazienti un’importante nuova opzione.» Nel 2020, sono deceduti circa 21 pazienti al giorno in Europa in attesa di ricevere un trapianto di organi. «Ciò rappresenta il culmine di anni spesi in un’attività di ricerca estremamente complicata dedicata al perfezionamento di questa tecnica sugli animali con tempi di sopravvivenza oltre i nove mesi», ha affermato il dott. Muhammad Mohiuddin, direttore scientifico/responsabile del programma di xenotrapianto cardiaco dell’Università del Maryland. «L’operazione ben riuscita ha fornito alcune informazioni preziose per aiutare la comunità medica a migliorare questo potenziale metodo salvavita sui pazienti futuri.»

I miracoli della scienza: una realtà che salva la vita

«Se ciò funziona, avremo a disposizione un approvvigionamento infinito di questi organi per i pazienti che stanno soffrendo», ha dichiarato il dott. Mohiuddin all’agenzia «Associated Press». «È un risultato importante per mio padre… e per il mondo», ha affermato David Bennett Jr, figlio del paziente, all’agenzia «Reuters». «È qualcosa di rivoluzionario, è incredibile e, in tutta onestà, un miracolo. Io stesso soffro di problemi di cuore a 37 anni, quindi mio padre sta effettivamente cambiando il futuro anche per me.»

Parole chiave

cuore, trapianto, intervento chirurgico, maiale, organo