Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Il tuo progetto di vetro intelligente vale il primo posto?

Il concorso di progettazione architettonica Switch2Save, il cui lancio è previsto il 28 febbraio 2022, offre a studenti e giovani professionisti l’opportunità di presentare soluzioni di vetro intelligente leggero e commutabile per edifici in vetro ad alta efficienza energetica.

Energia

Le facciate e i tetti in vetro rappresentano infatti un elemento dominante in molti dei design degli odierni immobili per uffici, terminal aeroportuali, stazioni ferroviarie o centri commerciali. Il vetro è un materiale esteticamente piacevole e versatile che fornisce una connessione visiva con il mondo esterno, motivo per cui le ampie vetrate sono una tendenza costante. Per passare all’aspetto negativo, le grandi facciate e i tetti in vetro possono comportare in estate un fabbisogno energetico molto più elevato in termini di aria condizionata e raffreddamento. Infatti, il consumo energetico annuale dei moderni edifici dotati di un’ampia vetrata è di fino al 100 % superiore rispetto a edifici con piccole finestre. Con l’obiettivo di ridurre la domanda di energia negli edifici dotati di facciate e tetti in vetro o di ampie superfici finestrate, il progetto Switch2Save, finanziato dall’UE, organizza ora un concorso di progettazione architettonica al fine di raccogliere progetti di risparmio energetico per tali edifici. L’annuncio è stato pubblicato sul sito web del progetto Switch2Save. Il concorso si concentra su edifici non residenziali, sia progetti nuovi che di ristrutturazione, e non pone restrizioni circa le dimensioni, l’ubicazione o il contesto climatico del luogo d’insediamento. Le tecnologie proposte per ridurre drasticamente il fabbisogno energetico degli edifici sono i sistemi di vetro intelligente elettrocromico e termocromico. Si tratta di materiali trasparenti e intelligenti dal punto di vista energetico, con valori commutabili di trasmissione dell’energia totale volti a controllare la trasmissione della radiazione solare all’interno dell’edificio. Inoltre, le tecnologie elettrocromiche e termocromiche presentano l’ulteriore vantaggio di fornire un maggior comfort in termini di illuminazione interna rispetto alle tradizionali tende per finestre. «Invitiamo studenti e giovani professionisti a presentare un progetto in cui vengano sfruttate in maniera ottimale le funzionalità intelligenti elettrocromiche e termocromiche di Switch2Save. Queste ultime dovranno essere sostenute da un progetto chiaro di risparmio energetico, che miri al conseguimento degli obiettivi di economia energetica adottati dall’UE per in materia di edifici, tenendo conto al contempo del comfort e del benessere degli occupanti», afferma il team di Switch2Save sul proprio sito web. La giuria valuterà non solo il potenziale di riproducibilità dell’approccio progettuale, ma anche la corretta integrazione estetica delle vetrate isolanti.

Chi può partecipare al concorso?

Il concorso è rivolto a giovani architetti, studenti e/o team multidisciplinari che includono fisici o ingegneri edili e che sono guidati da giovani architetti o studenti iscritti a un programma accademico presso un’istituto di istruzione accreditato. I team possono essere composti da un massimo di tre persone di qualsiasi nazionalità.

Calendario

Il concorso inizia il 28 febbraio. I partecipanti devono registrarsi entro il 31 maggio e presentare i propri progetti entro il 31 luglio. I vincitori saranno annunciati il 21 settembre. Il progetto Switch2Save (Lightweight switchable smart solutions for energy saving large windows and glass façades) si propone di aiutare a rendere le tecnologie di vetro intelligente elettrocromico e termocromico più facilmente disponibili ed economicamente accessibili, al fine di fornire un contributo all’obiettivo dell’UE di neutralità climatica entro il 2050. Il progetto sta già dando prova del potenziale di due suoi edifici rappresentativi: il secondo ospedale più grande della Grecia, situato ad Atene, e un edificio adibito a ufficio operativo ad Uppsala, in Svezia. Verrà sostituito un totale di 50 finestre e 200 m2 di facciate di vetro da una soluzione di vetro intelligente commutabile e, successivamente, verrà condotto per un anno un confronto tra consumo energetico precedente e successivo in entrambi gli edifici. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto Switch2Save

Parole chiave

Switch2Save, vetro, energia, edificio, progetto, concorso, vetro intelligente, elettrocromico, termocromico

Articoli correlati