Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un nuovo software facilita la sperimentazione di materiali molli condensati

In Germania è in corso lo sviluppo di un nuovo software che semplificherà di molto la sperimentazione di materiali molli condensati, riducendo notevolmente i costi di questo procedimento.

Economia digitale

I materiali molli condensati, come lo shampoo o alcuni prodotti alimentari, fanno parte della nostra vita quotidiana. Una volta prodotti, devono essere testati per esaminarne le reazioni, le proprietà elettrostatiche, gli effetti superficiali ecc., prima di immetterli sul mercato. In passato, questi test potevano essere condotti solamente utilizzando programmi complessi e costosi per l'analisi molecolare o in macroscala di tali sostanze. Tuttavia, appare sempre più evidente che l'analisi a livello microscopico o macroscopico non rappresenta il metodo migliore per esaminare le proprietà di questi materiali. Il livello ottimale per determinare la struttura di tali materiali, infatti, corrisponde ad una scala intermedia (generalmente tra i 10 e i 1000 nanometri), ovvero a metà strada tra ciò che può essere analizzato esclusivamente con un microscopio e ciò che è visibile a occhio nudo. Il nuovo software, denominato MESODYN, contribuisce a colmare questo gap prevedendo le dimensioni delle strutture a questo livello intermedio, esprimendole in termini matematici e programmando il computer per svolgere il lavoro più difficile. Per raggiungere tale risultato a costi ragionevoli sono state impiegate nuove e potenti tecniche di calcolo, caratteristica che fa di MESODYN un valido strumento per le industrie chimico-farmaceutiche del prossimo futuro, grazie al quale sarà possibile ottenere precisi risultati in sede di sperimentazione dei materiali molli non condensati, risparmiando tempo e denaro.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione