Skip to main content

Use of natural gas in passenger cars - components for bifuel vehicles and concepts to handle varying gas compositions

Article Category

Article available in the folowing languages:

I produttori automobilistici europei puntano sui veicoli a gas naturale

I veicoli a benzina emettono pericolosi inquinanti che causano problemi di salute e di visibilità. I veicoli a gas naturale (NGV) rappresentano un contributo alla riduzione delle emissioni di questi pericolosi inquinanti. Le principali case automobilistiche europee stanno lavorando al superamento degli ostacoli che fino ad oggi hanno ritardato l'adozione di questa tecnologia da parte dei cittadini.

Energia

La benzina è una fonte di energia non rinnovabile ottenuta dalla distillazione del petrolio (o greggio), composto da carbonio e scisto bituminoso. I veicoli a benzina emettono diversi tipi di inquinanti pericolosi, come gli ossidi di azoto, gli idrocarburi, l'ossido di carbonio, e il particolato fine. I ricercatori di tutto il mondo hanno vagliato diverse soluzioni per ridurre tali emissioni, come la benzina riformulata, l'idrogeno e il gas naturale. I veicoli a gas naturale (NGV) consentono di abbassare notevolmente le emissioni di gas-serra (principalmente l'anidride carbonica), l'ossido di carbonio, gli ossidi di azoto, gli idrocarburi e il particolato fine. L'utilizzo di questo tipo di veicoli potrebbe contribuire alla lotta contro l'inquinamento nelle grandi città. Tuttavia, le stazioni di rifornimento di gas naturale sono limitate, sia in termini numerici, che di copertura geografica. Ciò rende poco funzionale questo tipo di veicoli, in un settore, quello automobilistico, in cui la funzionalità è alla base delle scelte dei consumatori e della produzione delle automobili. Per tentare di risolvere questo problema, le principali case automobilistiche europee hanno partecipato ad un progetto di ricerca per far avanzare lo sviluppo dei veicoli "bifuel", dotati di un doppio sistema di alimentazione, a benzina e a gas naturale. Questi veicoli possono utilizzare il gas naturale laddove sia disponibile e passare alla benzina quando necessario. Questa ricerca contribuisce al raggiungimento degli obiettivi sociali, economici e tecnologici dell'EUCAR, il consiglio europeo per la R&S (ricerca e sviluppo) nel settore automobilistico. L'attività si è concentrata sullo sviluppo di nuovi componenti necessari per i veicoli bifuel, su nuove strategie di controllo del motore (per poter gestire le diverse caratteristiche nella composizione del gas naturale e i relativi effetti sul funzionamento del motore), nonché sull'analisi delle infrastrutture di rifornimento di gas naturale sul territorio europeo. L'Europa vanta una lunga tradizione di successi nell'industria automobilistica. Per mantenere la propria competitività rispetto ai concorrenti americani ed asiatici, i produttori di auto europei devono continuare a cercare nuove soluzioni agli annosi problemi del trasporto a benzina. TNO e i suoi partner stanno cercando di ampliare il lavoro condotto nell'ambito del progetto per assicurare all'Europa un posto nella nascente industria dei veicoli a gas naturale.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione