Skip to main content

The diagnostic validity of dental radiography techniques for identifying osteoporotic patients (OSTEODENT)

Article Category

Article available in the folowing languages:

Pericolo di osteoporosi dalle radiografie dentarie

L'osteoporosi è una condizione che può continuare a svilupparsi in modo inosservato per decenni. I ricercatori del progetto europeo OSTEODENT hanno effettuato studi usando le radiografie dentarie per diagnosticare l'insorgenza di questa malattia.

Salute

La progressiva riduzione della densità minerale ossea (BMD) o osteoporosi è un processo silente che molto spesso si manifesta solo con la frattura dell'anca, del polso o della colonna vertebrale. Il paziente deve poi affrontare un lungo periodo di riabilitazione durante il quale deve stare molto tempo lontano dal lavoro o può soffrire di una grave riduzione della qualità della vita. Se si potesse scoprire in anticipo il manifestarsi dell'osteoporosi, si potrebbero effettuare sul paziente interventi farmacologici o orientarlo ad uno stile di vita appropriato. I ricercatori della University of Manchester nell'ambito del progetto OSTEODENT hanno sviluppato un software per analizzare le radiografie dentarie della mandibola inferiore. Ogni anno i dentisti europei eseguono milioni di queste radiografie dentarie. Il progetto ha coinvolto 650 donne in peri-menopausa e sono state identificate quelle con osteoporosi, con una densità minerale ossea normale e ridotta, misurata tramite assorbimetria a raggi X a doppia energia (DXA) su anca e spina dorsale. Rilevazioni manuali di routine eseguite dai dentisti sulle radiografie della larghezza della corteccia mostrano una variabilità a seconda degli operatori e assorbono anche molto tempo. Lo scopo del progetto è stato di sviluppare un software automatico per analizzare le radiografie e così minimizzare la riproducibilità dell'errore e massimizzare l'esattezza diagnostica dell'osteoporosi. Gli scienziati hanno preparato un Active Shape Model della corteccia usando le radiografie di un altro grande dataset. Il software ha poi misurato automaticamente la larghezza della corteccia tra due punti della mandibola inferiore. È stata riscontrata una correlazione altamente significativa tra la larghezza della corteccia e la BMD. Inoltre, usando la "receiver operating characteristic (ROC) analysis", i risultati sono stati clinicamente utili, con buoni valori di sensibilità e specificità. I vantaggi sono che l'uso del software implica un'interazione dell'utente minima o inesistente e la validità diagnostica è elevata. Le applicazioni sono duplici. La più ovvia è la diagnosi avanzata precisa dell'osteoporosi tramite una visita di routine dal dentista. Tuttavia, la valutazione della densità dell'osso mandibolare può essere usata a livello commerciale per gli impianti dentali. Usando questo software di analisi radiografica, potrebbe essere valutata l'idoneità dei pazienti per le procedure di impianti dentali. Didascalia della figura: Misurazione automatica dello spessore della corteccia su radiografia.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione