Skip to main content

Microneuroendoscopy of spinal cord (MINOSC)

Article Category

Article available in the folowing languages:

Sinergia chirurgica per la colonna vertebrale

I partner del progetto UE MINOSC hanno sviluppato un nuovo endoscopio con capacità di navigazione superiori. La sua precisione ed efficacia sono state valutate nel corso di procedure di chirurgia della colonna vertebrale.

Salute

I disabili che soffrono di condizioni alla colonna vertebrale come traumi e tumori sviluppano lesioni alla colonna vertebrale. Un trattamento riuscito richiede normalmente la mieloscopia o la visualizzazione diretta del canale rachideo usando un endoscopio. Si tratta dell'ingresso di un fluido cerebrospinale ed è poi possibile ottenere le immagini di eventuali lesioni e dei nervi. Data la natura particolarmente sensibile della colonna vertebrale, dove i danni possono essere cruciali, è necessaria una tecnica poco invasiva. In risposta a questa necessità, i partner del progetto MINOSC hanno potenziato la capacità di posizionamento dell'endoscopio, che si può basare su riferimenti anatomici riconosciuti dal chirurgo. Il sistema sviluppato ha utilizzato un sensore magnetico minuscolo all'estremità di un endoscopio flessibile. Grazie alla capacità di localizzazione superiore dell'endoscopio, i partner dell'Università di Montpellier hanno studiato il trattamento di quattro diverse patologie usando l'endoscopio Minosc. L'ingresso nel tessuto ha dato ai chirurgi la possibilità di effettuare contemporaneamente una serie di procedure usando le apparecchiature associate. Le quattro patologie hanno consentito all'equipe di studiare sia l'efficacia di queste procedure che l'aspetto relativo alla sicurezza del nuovo endoscopio. Le condizioni trattate includono lesioni traumatiche, malformazioni (ad es. spina bifida), tumori e reazioni aracnoidee post-chirurgiche. Il sistema fluido di Minosc costituisce un altro elemento chiave per il successo delle procedure chirurgiche. Ad esempio, i neurotrasmettitori sono stati iniettati per la rigenerazione neuronale a seguito di un danno traumatico della colonna vertebrale. È stato anche possibile utilizzare un catetere sottile per il drenaggio delle cisti nelle malformazioni presenti nella spina bifida. Per le reazioni aracnoidee post-chirurgiche, l'idrodissezione è stata usata per una pulizia delicata. Le possibilità dell'utilizzo di Minosc si potrebbero estendere con l'utilizzo di altri apparecchi chirurgici. L'ottenimento di immagini sicure all'interno di un'area sensibile come la spina dorsale si può unire alle tecniche non invasive per il completo utilizzo della chirurgia.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione