Skip to main content

Developing wheat with enhanced nitrogen use efficiency towards a sustainable system of production.

Article Category

Article available in the folowing languages:

Meno fertilizzante per il grano tenero

La ricerca condotta nel corso del progetto SUSTAIN, finanziato dal LIFE QUALITY Programme, contribuirà a ridurre la quantità di fertilizzante chimico necessario per produrre grano tenero.

Cambiamento climatico e Ambiente

L'applicazione dell'azoto come fertilizzante ha contribuito ad aumentare molto il rendimento delle colture, ma ha anche inquinato e minacciato la salute dei nostri ecosistemi. Rothamsted Research, leader nella ricerca agricola nel Regno Unito, ha coordinato un progetto con lo scopo di sviluppare un ceppo di grano tenero più efficace nell'assorbimento dell'azoto. Gli scienziati hanno usato l'analisi genetica per identificare le regioni specifiche nei cromosomi della pianta, noti come loci, associate ai geni che si occupano dell'utilizzazione dell'azoto. Si tratta del primo lavoro del genere per il grano tenero. Hanno scoperto che l'enzima glutammina sintetasi (GS) ha un ruolo chiave nel processo. Questa scoperta è stata poi confermata dalle prove sul campo. Inoltre, la cooperazione è stata instaurata con sforzi di ricerca supplementari dedicati alla produzione della linea quasi isogenica (NIL). Rothamsted Research e i suoi partner useranno la selezione assistita da marcatori (MAS) per sfruttare le conoscenze acquisite nel corso di SUSTAIN per la produzione selettiva del grano tenero con un'elevata utilizzazione dell'azoto. Questa procedura si può ampliare per identificare e ottenere altri caratteri vantaggiosi. Infine, anche altre colture alimentari importanti, come mais e riso, sono i principali candidati per studi simili. Si arriverà ad un'ulteriore riduzione dell'applicazione di fertilizzante artificiale e dell'impatto negativo legato a questa pratica.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione