Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Impianti chimici innovativi su piccola scala

Un progetto finanziato dall’UE è riuscito a incorporare un impianto chimico in uno spazio di 3x12 m, avvicinandosi alle tendenze di mercato. Inoltre, l’impianto di piccola scala sta portando più velocemente sul mercato le innovazioni relative a lavorazione e prodotto.

Tecnologie industriali

In vista di nuovi mercati emergenti e possibilità di produzione in Asia, il mercato chimico europeo è attualmente sotto considerevole pressione in termini di costi ed ecologia. Migliorare i processi di produzione tradizionali non è più sufficiente. Invece, l’intensificazione dei processi è un cambiamento di paradigma che serve ad aumentare la competitività e la sostenibilità dei processi chimici. Il progetto COPIRIDE (Combining process intensification-driven manufacture of microstructured reactors and process design regarding to industrial dimensions and environment), finanziato dall’UE, ha lavorato sullo sviluppo di nuove tecnologie, processi e concetti di produzione al fine di creare un ‘impianto del futuro’ per l’industria chimica. Il progetto COPIRIDE ha sviluppato nuovi reattori modulari miniaturizzati (microreattori) progettati per impianti dalle dimensioni di un garage al fine di consentire l’intensificazione dei processi. La caratteristica unica di questo contenitore di nuova generazione è la possibilità di essere utilizzato ovunque. Misurando soltanto 3x12 m, il contenitore racchiude tutto il necessario per reattori di produzione, tecnologia di controllo dei processi, moduli di tecnologia dell’informazione e spazio di stoccaggio per materie prime. Inoltre, dispone di elementi per protezione antincendio, porte di fuga e pozzi di raccolta. Il sistema di alimentazione per acqua, gas di processo, energia elettrica, calore e linee dati è progettato in modo tale da poter teoricamente ospitare eventuali reazioni chimiche. I partner del progetto hanno progettato nuovi concetti in quanto a impianti di produzione per illustrare la tecnologia a microreattore. Un impianto pilota è stato progettato per consentire ai ricercatori di esplorare l’attuabilità della produzione di biodiesel da oli usati in condizioni supercritiche. È stata sperimentata anche la gassificazione di biomasse per la produzione di sostanze chimiche e ammoniaca. Inoltre, il team del progetto ha cercato di migliorare le metodologie di lavorazione. È stato introdotto un concetto di nuova concezione (nuove finestre di lavorazione) per accelerare le reazioni attraverso un approccio altamente intensificato. È probabile che la tecnologia COPIRIDE consenta all’industria chimica di fabbricare prodotti più velocemente, in maniera più flessibile e sostenibile. I nuovi concetti di impianto contribuiranno al passaggio verso una produzione adattiva, rafforzando la competitività dell’industria chimica europea.

Parole chiave

Impianto chimico, impianto di piccola scala, intensificazione dei processi, reattori microstrutturati, industria chimica

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione