Skip to main content

Demonstration action for an Easy POSitioning for patients with reduced mobility

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un letto per i pazienti con mobilità limitata

Circa un terzo degli infortuni degli infermieri è determinato dalla movimentazione dei pazienti. Un progetto finanziato dall'UE ha progettato un letto che rende più semplice questa mansione.

Salute

I letti medici rispondono a un'importante esigenza in relazione ai pazienti con mobilità limitata, sia in ospedale che a casa. Il progetto EPOSBED-DEMO ("Demonstration action for an easy positioning for patients with reduced mobility") ha sviluppato un letto medico per questa categorie, puntando sulla tecnologia. Il progetto si proponeva principalmente di inventare un dispositivo rilevatore per un letto dai costi più contenuti rispetto a quelli esistenti, di rendere più efficiente il, di adattare il motore del letto, di sviluppare una struttura letto più leggera e di realizzare le sperimentazioni cliniche. Durante la prima parte del progetto, è stato realizzato un prototipo da laboratorio. I ricercatori hanno poi iniziato ad occuparsi di provare la fattibilità del prodotto a livello commerciale. Per raggiungere tale obiettivo, hanno puntato a produrre un prototipo di scala industriale e formare i professionisti sanitari. Il progetto ha realizzato molti suoi obiettivi. Per riprogettare alcuni aspetti del letto è stato selezionato un produttore tedesco. È stata sviluppata una nuova struttura di letto, accanto alla riprogettazione di un dispositivo di rilevazione e all'aggiornamento del software. Il comitato etico ha approvato il progetto e ora il letto è pronto per le sperimentazioni cliniche presso l'ospedale San Pedro in Spagna. Sono stati diffusi documenti alla stampa per propagare la conoscenza del letto e gli sviluppatori hanno presentato la domanda di brevetti nell'UE e negli Stati Uniti, per ampliare la portata di questa invenzione. Il letto consentirà agli utilizzatori di godere di una maggiore mobilità e autonomia di movimento. Solleverà anche in parte il carico fisico della movimentazione dei pazienti da parte di operatori ospedalieri e assistenti domiciliari. Riveste particolare importanza il fatto che, comunque, questo letto potrebbe migliorare la qualità di vita di pazienti confinati a letto per molto tempo.

Parole chiave

Mobilità limitata, infermieri, letti medici, pazienti, tecnologia, struttura di letto, professionisti sanitari, operatori ospedalieri, assistenti domiciliari

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione