Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Verso una terapia più efficace contro la leishmaniosi

Alcuni ricercatori africani ed europei hanno messo in comune le loro capacità, al fine di sviluppare nuovi trattamenti contro la malattia parassitaria della leishmaniosi.

Ricerca di base
Salute

In Africa la leishmaniosi viscerale (VL) è endemica. Se non viene curata, ha esiti letali. Per i pazienti con concomitante infezione da HIV, il rischio di morte è ancora più elevato. Le monoterapie attuali sono difficili da somministrare, sono tossiche, costose e di lunga durata; possono inoltre determinare il problema dello sviluppo di farmacoresistenza. Il progetto AFRICOLEISH (Care package for treatment and control of visceral leishmaniasis in east Africa), finanziato dall’UE, mirava a sviluppare e somministrare trattamenti sicuri ed efficienti in termini di costi, destinati a pazienti affetti da VL. Il consorzio ha anche affrontato la questione di infezioni simultanee VL-HIV, attraverso trattamenti efficaci e interventi profilattici in grado di prevenire la recidiva di VL. Il team ha valutato due trattamenti orali in preparazione di studi futuri su combinazioni di farmaci pediatrici. I risultati hanno dimostrato che la miltefosina resta un’opzione interessante per la combinazione con altri farmaci e, per i bambini, il dosaggio allometrico produce un esito migliore accanto a un valido profilo inerente la sicurezza. Una sperimentazione futura approvata valuterà le combinazioni tra miltefosina e paromomicina. Nei pazienti affetti da VL-HIV, i risultati dello studio di profilassi secondaria con pentamidina indicano che la profilassi con pentamidina, associata con la terapia antiretrovirale, evita la recidiva nei pazienti a infezione simultanea da VL-HIV. Inoltre, la VL dovrebbe essere accertata e trattata con precocità sufficiente in pazienti con infezione da HIV, prima che si verifichi una grave immunodeficienza. È probabile che i risultati di un’altra sperimentazione VL-HIV e altri dati derivanti da uno studio osservazionale di coorte incideranno sulla politica a livello planetario e nazionale. I risultati sono stati illustrati in un incontro con rappresentanti di ministeri della sanità e dell’OMS nella regione; indirizzano verso un cambiamento di politica per i pazienti affetti da VL-HIV, basato su una terapia combinata adattata al paziente di AmBisome® e miltefosina. È anche prevista la profilassi post-trattamento con pentamidina, per ridurre il tasso di recidive. AFRICOLEISH proseguirà a diffondere i risultati, che secondo le previsioni influenzeranno i decisori politici in merito a una revisione delle linee guida per la gestione di VL-HIV. L’esperienza maturata in Africa contribuirà a comprendere più a fondo il controllo e la gestione della VL, eventualmente applicabili ad altre zone.

Parole chiave

Leishmaniosi, VL, Africa, AFRICOLEISH, VL-HIV

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione