Skip to main content

Innovative integrative tools and platforms to be prepared for radiological emergencies and post-accident response in Europe

Article Category

Article available in the folowing languages:

Migliore preparazione e risposta alle emergenze per gli incidenti nucleari e radiologici

In seguito al disastro nucleare di Fukushima del 2011, sono state individuate le lacune nella preparazione nucleare e radiologica, nonché nella risposta dell’UE alla crisi che si è originata. Alcuni ricercatori finanziati dall’UE hanno lavorato per colmare queste lacune attraverso lo sviluppo di procedure, metodi e strumenti di gestione delle emergenze efficaci.

Cambiamento climatico e Ambiente
Tecnologie industriali
Sicurezza

Il lavoro nell’ambito del progetto PREPARE (Innovative integrative tools and platforms to be prepared for radiological emergencies and post-accident response in Europe) è partito dai risultati di NERIS-TP per migliorare la preparazione e la risposta alle emergenze (emergency preparedness and response, EPR) per le emergenze nucleari e radiologiche. I partner hanno affrontato la revisione delle procedure EPR esistenti per affrontare le emissioni di lunga durata, nonché problemi transfrontalieri nel monitoraggio e nella sicurezza alimentare. Hanno sviluppato le funzionalità mancanti dai sistemi di supporto decisionale, come la stima migliore della scadenza delle fonti e dei modelli di dispersione, nonché l’inserimento di percorsi idrologici per bacini idrici europei. Attraverso una collaborazione di industria, ricerca e organizzazioni governative in Europa, PREPARE ha sviluppato una piattaforma analitica (AP) che esplora i mezzi scientifici e operativi per migliorare la raccolta e lo scambio di informazioni, e la valutazione di tali disastri. L’AP costituisce un pool di competenze prezioso per le autorità e per gli esperti non istituzionali. Lo strumento del portale “Chiedi all’esperto” è dedicato a una comunicazione bidirezionale con il pubblico. Ciò consente alle informazioni di essere adattate alle reali esigenze del pubblico e di rispondere alle domande poste dai media. I ricercatori hanno anche studiato i mezzi di comunicazione tradizionali e i social media per migliorare la comunicazione delle informazioni pertinenti, attendibili e affidabili al pubblico. PREPARE ha sviluppato raccomandazioni generali per l’attuazione della comunicazione multimediale in un piano di gestione delle emergenze. Produttori, consumatori e altre parti interessate nei settori della lavorazione e del commercio al dettaglio sono stati consultati su come migliorare la gestione complessiva delle merci contaminate a causa di tali disastri. I gruppi delle parti interessate hanno rivisto gli orientamenti esistenti e individuato le aree da migliorare. I risultati di tali incontri mirati sono volti a piani di preparazione avanzati per situazioni successive agli incidenti a livello nazionale e locale nei paesi europei. Altre attività del progetto hanno incluso formazione, esercitazioni e diffusione. Nel corso del progetto sono stati organizzati vari workshop, compreso quello finale, “Innovative integrative tools and platforms” (Strumenti integrativi e piattaforme innovativi), tenutosi a Bratislava, Repubblica slovacca, a gennaio 2016. Al workshop hanno partecipato 112 rappresentanti di 24 paesi. Il lavoro del progetto ha portato a strumenti e metodologie che possono essere utilizzati nelle organizzazioni nazionali ed attuati nei sistemi di supporto alle decisioni, come ARGOS e RODOS. PREPARE ha quindi offerto importanti contributi all’armonizzazione dell’EPR in Europa.

Parole chiave

Preparazione e risposta alle emergenze, nucleare, radiologico, gestione delle emergenze

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione