Skip to main content

Heterogeneity and the Volatility of Financial Assets

Article Category

Article available in the folowing languages:

Nuova teoria economica sulla volatilità delle attività finanziarie

La ricerca d’avanguardia ha prodotto una metodologia più accurata per analizzare la volatilità delle attività finanziarie, migliorando i metodi attualmente in uso.

Società

La crisi finanziaria che ha preso il mondo alla sprovvista ha lasciato gli economisti alla ricerca delle cause, inducendoli al ripensamento dei modelli economici. Il progetto HETEROVOL (Heterogeneity and the volatility of financial assets), finanziato dall’UE, ha proposto un nuovo approccio per l’analisi della volatilità relativa alle attività finanziarie. L’obiettivo era quello di creare un quadro nuovo per la modellizzazione dell’eterogeneità in economia, cioè la variazione tra le singole unità di osservazioni, al fine di analizzare ulteriormente la volatilità. Per raggiungere i propri obiettivi, il team del progetto interdisciplinare ha identificato i processi stocastici specifici utilizzati in biologia matematica, i quali possono anche essere utilizzati per studiare l’eterogeneità genetica di una popolazione. È stato quindi sviluppato un nuovo modello di volatilità stocastica fondato sui micro-eventi, in grado di superare i limiti degli attuali modelli. Il progetto ha unito con successo finanza, economia e matematica per creare un nuovo approccio ai fini della modellizzazione dell’eterogeneità in economia. In particolare, la ricerca ha coinvolto studi approfonditi sui processi valutati in base alle misurazioni e sulla loro applicazione in economia, in particolare riguardo ai prezzi delle attività. Ciò ha sostenuto la nascita del nuovo approccio, che è stato efficace nell’analizzare il modo in cui si è evoluta l’eterogeneità e l’impatto che ha avuto sui prezzi delle attività. La metodologia integra aspetti quali il consumo futuro, attributi di rischio e cambiamento delle credenze che guidano l’economia. Mentre i modelli economici tradizionali per processi stocastici sono stati soddisfacenti dove un piccolo numero di agenti interagiscono nell’economia, la nuova metodologia è migliore nella gestione di un numero maggiore di agenti e variabili. Un documento fondamentale pubblicato dal progetto apre la strada per la ricerca futura sulla cattura dell’eterogeneità nell’economia. Il tema ha coinvolto lo sviluppo e la proposta di un meccanismo che supporta decisioni di politica macroeconomica più accurate. In un secondo documento, il progetto HETEROVOL ha analizzato il modo in cui l’eterogeneità ha influenzato la volatilità delle attività finanziarie nel contesto dei modelli di volatilità stocastica, in un periodo continuo. Il nuovo modello si concentra sui prezzi delle opzioni finanziarie in stile europeo, con i prezzi delle attività determinati da microfondazioni che sono state ricavate da un punto di vista dell’equilibrio. È importante sottolineare che questo nuovo modello non affine sorpassa gli altri modelli esistenti, sia affini che non affini. I risultati del progetto sono stati diffusi anche attraverso seminari, conferenze, presentazioni e documenti. Senza dubbio, le parti interessate provenienti da istituti finanziari e accademici nel campo della finanza quantitativa troveranno interessanti i nuovi documenti e approcci.

Parole chiave

Volatilità delle attività finanziarie, modelli economici, HETEROVOL, eterogeneità, processi stocastici

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione